Il Milan sta cercando di chiudere al più presto la questione rinnovi con Hakan Calhanoglu e Gigio Donnarumma. In un momento della stagione non proprio tra i più brillanti, i rossoneri stanno cercando di capire in che modo mettere fine alla questione contratti del turco e dell'estremo difensore campano. Entrambi hanno sottoscritto un accordo con il club del diavolo fino a giugno del 2021 ma ancora non si è trovata un'intesa sul prolungamento. Da tempo infatti si lavora per accelerare le pratiche ma gli agenti di entrambe le parti stanno rallentando la trattativa.

Gordon Stipic, procuratore del turco, ha fin da subito chiesto 5 milioni di euro netti a stagione. Una condizione che ha sempre spaventato i rossoneri che non sarebbero proprio disposti ad andare oltre i 5 milioni di euro che rappresentano più più del doppio rispetto ai 2,5 percepiti attualmente dal trequartista. In questo momento, Maldini e Massara, si sono spinti fino a 4 e non intendono muoversi. E allora se per Calhanoglu, secondo quanto sottolineato da Sky Sport, domani ci sarà un incontro decisivo per definire il tutto, più complicato è il discorso per Donnarumma. Raiola sembra essere molto deciso a restare sui suoi passi.

I rinnovi di Calhanoglu e Donnarumma: le cifre

Stipic potrebbe trovarsi sul tavolo un'offerta del Milan da 4,5 milioni sul tavolo e un contratto da cinque anni da far firmare al suo assistito. Condizioni che alla fine potrebbero anche soddisfare l'agente del turco e consentire a Calhanoglu di firmare il suo rinnovo con il Milan. Il numero 10 ha sempre dichiarato di trovarsi bene in rossonero anche se c'è da sottolineare che al momento non ci sono state altre squadre che si sono mosse in maniera decisa per prendere il giocatore, soprattutto a 5 milioni di euro a stagione nonostante la possibilità di poterlo prendere a parametro zero.

E quindi, se la situazione di Calhanoglu sembra essere più definita, diverso è invece il discorso per Gigio Donnarumma. Anche il suo contratto è in scadenza a giugno del 2021 e attualmente percepisce uno stipendio di 6 milioni netti all'anno. Il Milan ha offerto 7,5 milioni al portiere per cinque anni, mentre Mino Raiola vorrebbe rinnovare al massimo per un anno o due e non si accontenta della cifra proposta dai rossoneri. Avrebbe chiesto fino a 10 milioni. Cifre che il club rossonero non tratterebbe nonostante la volontà del portiere di firmare l'accordo.

Intanto nei prossimi giorni, il Milan proverà a chiudere anche per i rinnovi di Kessiè, Romagnoli, Calabria e Kjaer. L'obiettivo è quello di anticiparsi un anno prima per non arrivare nuovamente a vivere situazioni come quelli che sta attualmente vivendo con Calhanoglu e Donnarumma.