24 Agosto 2022
8:14

Il Chelsea ci prova, ma il Milan ha le idee chiare su Leao: partirà ad una sola precisa condizione

Le voci insistenti provenienti dall’Inghilterra hanno riaperto una pista che sembrava essersi raffreddata: Leao al Chelsea. Ma tutto dipende solamente dalle decisioni del Milan.
A cura di Alessio Pediglieri

Di solito si afferma che tre indizi facciano una prova ma al momento sul futuro di Rafael Leao in Premier League non c'è nulla di tuto questo, mancando un'offerta ufficiale per il giocatore. Un paio di segnali su un possibile addio anticipato – e clamoroso – al Milan ci sono ma la sensazione sembra essere quella di un quasi estremo tentativo da parte dei londinesi di approfittare di un momento no del portoghese, spingendo tutta la pressione sul club rossonero perché dia segnali al riguardo.

Di fatto, il Milan non ha commentato in alcun modo le ultime indiscrezioni provenienti da Oltremanica (via Times) secondo le quali il Chelsea della premiata e ricca ditta del consorzio guidato da Todd Boehly che avrebbe puntato gli occhi sul numero 17 del Milan, MVP uscente in Serie A (11 gol e 10 assist in 34 partite) e protagonista dello scudetto del Diavolo, nonché attuale fiore all'occhiello del nostro campionato in fatto di giovani campioni di caratura internazionale.

E, sempre stando ai fatti, ad oggi non è mai pervenuta una reale offerta da capogiro alla proprietà di via Rossi da parte del club londinese che è sempre sul mercato – ancora aperto per una manciata di giornate – per consegnare a Tuchel una formazione ancora più completa. Un obiettivo, questo sì dichiarato, tanto che è imminente una offerta monstre da oltre 70 milioni di euro per Anthony Gordon, stellina classe 2001 dell'Everton, proprio nel medesimo ruolo da esterno come Leao.

Si diceva degli indizi e attualmente si è a due su tre per cercare la prova che Leao possa davvero lasciare in questa sessione di mercato il Milan. Il primo è la "falsa partenza" del portoghese in avvio di stagione: non bene nel debutto contro l'Udinese, male contro l'Atalanta. Risultato? Stefano Pioli lo ha tolto dal campo entrambe le volte e il Milan ha vinto e pareggiato i primi due match senza il supporto di Leao, sempre schierato titolare ma finito ai margini. Il secondo è il mancato prolungamento dell'attuale contratto in scadenza per l'estate 2024 che porrebbe un punto interrogativo sulla permanenza a Milano del nazionale portoghese se non si riuscirà a trovare intesa entro il prossimo gennaio.

Leao sostituito da Pioli contro l’Atalanta: nelle prime 2 giornate ha giocato 150 minuti senza mai incidere
Leao sostituito da Pioli contro l’Atalanta: nelle prime 2 giornate ha giocato 150 minuti senza mai incidere

Dunque, 180 minuti opachi e un rinnovo che non c'è sono sembrati sufficienti al "Times" per riaprire il calderone della trattativa Chelsea-Leao-Milan che tanto piace ai media e che già nella prima metà di luglio era balzata alla ribalta delle cronache di mercato. Si è anche vociferato di un incontro sotto traccia tra la dirigenza londinese e quella milanese con un accordo tra gentleman ancor prima di mettere tutto nero su bianco: 95 milioni per Leao più Zyech in rossonero. Tutto ciò permetterebbe al Chelsea di sistemare gli esterni offensivi e al Milan di rifare la squadra con altri due-tre acquisti doc. E c'è anche chi rivela altri particolari che spingono all'intesa, come il pagamento da parte del Chelsea del famoso contenzioso tra il portoghese e lo Sporting Lisbona.

Come si diceva, però, al momento non c'è alcunché di concreto e dal quartier generale rossonero non filtra alcun segnale in questa direzione. Le idee su Leao da parte del club sono più che chiare da tempo: il giocatore ha una clausola rescissoria da 150 milioni e dal prossimo settembre – a mercato concluso – ci si ritroverà attorno ad un tavolo per affrontare il delicato tema del contratto. Trattativa non facile per l'asticella alzata da Jorge Mendes che punta ad un ingaggio top (sui 7 milioni), ma più che possibile.

Dunque cosa c'è di vero sulle voci di un Leao vicino al Chelsea? Resta l'interesse dei Blues per un giocatore in piena crescita personale e professionale e che potenzialmente vale moltissimo. Resta anche possibile che le parti si siano messe in contatto, ma l'offerta dovrà essere di quelle irrinunciabili e unicamente secondo le volontà del Milan. Anche lo stesso giocatore dovrebbe eventualmente uscire allo scoperto, chiedendo ai rossoneri la cessione e il proprio gradimento per Londra. Tutto ciò, però, nel giro di pochissime ore, in cui convincere il Milan a rivedere completamente i piani e rischiare il tutto per tutto – con la chiusura del calciomercato alle porte – per andare all-in sugli attuali altri obiettivi (Onana, Tanganga, Zyech, Vranckx). Con la certezza – e l'azzardo – di non fallirne alcuno per far dimenticare immediatamente Rafael Leao, dichiarata punta di diamante di un progetto tecnico che punta alla seconda stella.

Il caso Leao scuote un Milan in piena crisi: scintille con Maldini dopo l'incontro sul rinnovo
Il caso Leao scuote un Milan in piena crisi: scintille con Maldini dopo l'incontro sul rinnovo
Il Milan frena anche a Lecce, Leao e Calabria evitano la sconfitta: il Napoli vola a +9
Il Milan frena anche a Lecce, Leao e Calabria evitano la sconfitta: il Napoli vola a +9
Leao e Tonali devastanti, il Milan batte la Salernitana di un super Ochoa e si avvicina al Napoli
Leao e Tonali devastanti, il Milan batte la Salernitana di un super Ochoa e si avvicina al Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni