Il Milan vince anche in casa del Cagliari, si riporta a +3 sull'Inter. Uomo del match, come spesso accade, Zlatan Ibrahimovic che ha realizzato una doppietta. Lo svedese torna dopo due mesi dall'inizio e segna un gol per tempo.

Ibra torna a fa gol

Lo svedese è titolare per la prima volta dopo più di due mesi e al 6′ si procura un calcio di rigore, Abisso giudica falloso un intervento di Lykogiannis. Ibra torna rigorista soffiando il pallone a Kessié. Zlatan spiazza Cragno e insacca, 1-0. Undicesimo gol in campionato per lo svedese. Trovato velocemente il gol, la squadra di Pioli prova a gestire, ma sfiora il raddoppio con Calabria, che calcia dalla distanza e centra il palo. Il Cagliari ha una decina di minuti in cui è molto brillante e propositivo, ma la difesa del Milan è insuperabile. Romagnoli però viene ammonito, era diffidato e con l'Atalanta non ci sarà.

Il VAR dice sì, Ibra raddoppia

Nell'intervallo Kjaer chiede il cambio, il Milan si ripresenta con Kalulu. Al sesto del secondo tempo la difesa del Cagliari si fa sorprendere da un lancio lungo di Calabria, che trova Ibrahimovic. Lo svedese calcia al volo e insacca. Il gol è splendido, ma viene annullato. Il VAR però sconfessa arbitro e guardalinee, il fuorigioco non c'è, è 2-0. 12° gol in campionato di Ibrahimovic che aggancia Lukaku e Immobile (e ha disputato appena 8 partite).

Espulso Saelemaekers

I due allenatori effettuano dei cambi, ovviamente con intenti differenti, non ci sono grandi brividi, ma un po' di pepe nel finale lo mette Saelemaekers che entra in campo, ma si becca due cartellini gialli in sei minuti. Rosso per il belga che lascia il Milan in 10. I sardi ci provano l'occasione migliore ce l'ha Cerri, ma Donnarumma si supera. Il Milan fa festa, vince 2-0 e torna solitario in vetta. Il Cagliari è nei guai, ha vinto solo una delle ultime dodici partite di campionato.