Cambieranno allenatore pochissime squadre di Serie A, probabilmente perché tra un campionato e l’altro di tempo ce n’è molto poco. Con la conferma di Iachini alla Fiorentina restano in bilico solo due panchine quelle di Torino e Cagliari. In granata Giampaolo dovrebbe subentrare a Longo, mentre in Sardegna volge già al termine l’esperienza di Walter Zenga che sarà sostituito molto probabilmente da Eusebio Di Francesco, l’ex allenatore di Roma e Sampdoria (che ha un nuovo vice, Calzona ex staff di Sarri) ha vinto la concorrenza di Fabio Liverani, che cerca di conquistare la salvezza con il Lecce.

Di Francesco allenerà il Cagliari

Walter Zenga era stato ingaggiato lo scorso marzo dal Cagliari, che decise di sostituire Maran dopo una lunga serie negativa. Era il mese di marzo, non riuscì a esordire a causa del lockdown e della sospensione del campionato, poi ha preso ufficialmente in mano il Cagliari con cui ha conquistato 13 punti in 11 partite, che evidentemente non sono bastati – come non è bastata la vittoria sulla Juventus. Il presidente Giulini punta su Di Francesco, allenatore dal bel curriculum che pratica un bel calcio e ha molta voglia di rilanciarsi dopo la negativissima esperienza con la Sampdoria, sei sconfitte in sette incontri.

La carriera da allenatore di Eusebio Di Francesco

Classe 1969, dopo una carriera quasi ventennale da calciatore, ha vinto lo scudetto con la Roma e vestito anche la maglia della Nazionale, Di Francesco intraprende la carriera da allenatore con il Lanciano, poi vince il campionato di Serie C con il Pescara, prima di firmare per il Lecce e poi con il Sassuolo che prima porta in Serie A e poi addirittura in Europa League. Con la Roma quasi due stagioni: 3° posto e semifinale di Champions, fu liquidato a marzo. Anche dalla Sampdoria è stato esonerato, al Cagliari con un bel progetto avrà la possibilità di riscattarsi.