L'Inter farà domani il suo esordio in Europa League contro il Ludogorets e Antonio Conte non avrà la squadra al completo. Per la prima sfida dei sedicesimi di finale il tecnico salentino ha deciso di lasciare a casa due titolarissimi come Milan Skriniar e Marcelo Brozovic, oltre gli infortunati Samir Handanovic, Stefano Sensi, Roberto Gagliardini, Sebastiano Esposito, Alessandro Bastoni e Kwadwo Asamoah (quest'ultimo comunque fuori dalla lista Uefa). Fuori causa anche Alessandro Bastoni, colpito dalla tonsillite. Per questo motivo sono stati aggregati alla prima squadra Lorenzo Pirola ed Edoardo Vergani dell'Under 19.

In questo modo sono circa otto i calciatori della prima squadra che l'Inter lascia a casa per questo impegno europeo. La squadra nerazzurra vuole una vittoria in terra bulgara per cancellare la sconfitta contro la Lazio, che è costata il primato in Serie A, e per ripartire con il piede giusto in una competizione continentale dopo la sconfitta di metà dicembre con il Barcellona che è costata la retrocessione in Europa League.

Chi sono i diffidati dell'Inter in Europa

Come già anticipato, i nerazzurri domani faranno il loro esordio nell'Europa League 2019/2020 ma l'Inter si porta dietro le sanzioni disciplinari del girone di Champions League e sono ben quattro i giocatori diffidati: Lautaro Martinez, Diego Godin, Nicolò Barella e Antonio Candreva.

La probabile formazione dell'Inter in Bulgaria

A causa di tutte le assenze già elencate, ecco che la formazione titolare dell'Inter contro il Ludogorets, sembra essere già messa sul tavolo. Antonio Conte non cambierà il suo 3-5-2 che vedrà Padelli tra i pali; D'Ambrosio, Godin e Ranocchia in difesa, Borja Valero, Vecino ed Eriksen al centro del campo con Biraghi e Moses laterali a tutta fascia e in attacco ci saranno Alexis Sanchez e Lautaro Martinez.