20 Settembre 2021
11:55

Cristiano Ronaldo in campo detta legge: urla e spintoni per costringere Lingard ad esultare

Jesse Lingard autore del gol vittoria nel match tra il Manchester United e il West Ham ha deciso di non esultare in segno di rispetto verso i suoi ex tifosi. A quel punto Cristiano Ronaldo e Bruno Fernandes hanno deciso di usare le “maniere forti” per costringere il loro compagno a celebrare la rete con i suoi tifosi.
A cura di Marco Beltrami

Cristiano Ronaldo come al solito ha segnato e De Gea all'ultimo respiro ha parato il rigore del possibile 2-2 di Noble, ma il vero protagonista della vittoria del Manchester United in casa del West Ham, è stato Jesse Lingard. Il grande ex ha segnato la rete dei 3 punti, ma ha deciso di non esultare in segno di rispetto ai tifosi Hammers. C'è stato però chi in campo ha provato a fargli cambiare idea con le maniere forti, ovvero i due compagni di squadra Bruno Fernandes e Cristiano Ronaldo.

Dall'inferno al paradiso. Jesse Lingard protagonista in negativo nel match di Champions contro lo Young Boys, ha vestito i panni dell'hombre del partido contro il West Ham. Il classe 1992 entrato nel finale ha segnato la rete della vittoria, e nonostante la soddisfazione per il personale riscatto ha deciso di non esultare scusandosi con i tifosi di casa. Il pubblico del West Ham infatti non ha dimenticato il contributo di Lingard nella scorsa annata, quando ha segnato 9 gol in 16 presenze, al punto da riservargli anche applausi al momento dell'ingresso in campo (ad inizio stagione c'è stata anche una trattativa relativa al possibile trasferimento definitivo a Londra).

Ecco allora che Lingard ha alzato le mani, restando quasi indifferente senza nemmeno riuscire a sorridere. Un atteggiamento che però non è stato condiviso da alcuni compagni: subito dopo il gol infatti, il calciatore è stato avvicinato da Cristiano Ronaldo e Bruno Fernandes. Prima l'ex Juventus e poi il connazionale hanno iniziato a spintonare Lingard indicando il settore ospiti e spingendolo con il sorriso a festeggiare la rete con i sostenitori Red Devils. Una scena a dir poco curiosa che non è passata inosservata. L'autore del gol è rimasto quasi impassibile, anche se poi ha dovuto cedere: pugno alzato e sorriso, verso la curva ospite.

E anche nel post partita c'è stato chi ha bacchettato Lingard per la sua mancata esultanza, ovvero la grande gloria ed ex United Michael Owen che ha dichiarato: "Non posso credere che i giocatori non esultino quando segnano un gol contro il loro vecchio club. È l'unica cosa che mi ha deluso oggi, perché tutto il resto è assolutamente spettacolare". Il diretto interessato invece a Manchester United TV ha dichiarato: "È stata una grande accoglienza da parte dei fan del West Ham. Mi sono divertito molto qui, ma oggi dovevo fare la mia parte. Mi hanno supportato durante il prestito e mi hanno dato un'ottima accoglienza, quindi era giusto ripagarli".

Cristiano Ronaldo inseguito: l'invasore di campo prova a strappargli la maglia, lui è spiazzato
Cristiano Ronaldo inseguito: l'invasore di campo prova a strappargli la maglia, lui è spiazzato
La critica all'atteggiamento di Cristiano Ronaldo: "Solskjaer deve parlargli, non può fare così"
La critica all'atteggiamento di Cristiano Ronaldo: "Solskjaer deve parlargli, non può fare così"
Cristiano Ronaldo divide il Manchester United: i problemi nascono a tavola
Cristiano Ronaldo divide il Manchester United: i problemi nascono a tavola
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni