19 Luglio 2022
15:00

Cristiano Ronaldo all’Atletico a una sola condizione, ma c’è un altro ostacolo: “Lui sarà con noi”

Cristiano Ronaldo all’Atletico Madrid è l’ultima soluzione europea che Mendes ha prospettato al suo assistito. I Colchoneros però pongono delle condizioni e il portoghese deve fare anche i conti con il suo allenatore…
A cura di Fabrizio Rinelli

Cristiano Ronaldo offerto a mezza Europa ma la risposta è sempre "no". Colpa dei suoi 37 anni o forse – quasi sicuramente – dell'ingente somma di denaro che il portoghese chiede per farsi ingaggiare. Vuole giocare la Champions, una competizione che l'ha visto protagonista negli ultimi e che vorrebbe ancora vivere ai massimi livelli, proprio come Lionel Messi. Il Manchester United può concedergli solo di giocare in Europa League e per questo il sette volte Pallone d'Oro sta cercando altro. Non ha preso parte al ritiro dei Red Devils e non ha partecipato alla tournée degli inglesi per le amichevoli pre-campionato. Insomma, il suo futuro è un rebus. Si troverebbe a Lisbona con la sua famiglia, allenandosi da solo in compagnia di Semedo con il quale spesso si scatta qualche foto postata poi sui social.

Smentita categoricamente con un secco "fake" l'eventuale trattativa per un suo ritorno allo Sporting Lisbona, ad oggi è già abbastanza lunga la fila di squadra che ha chiuso le porte a CR7. Dal Real Madrid al Chelsea passando per Bayern Monaco e PSG senza dimenticare i presunti tentativi tra Roma e Napoli. L'offerta dall'Arabia pari a 300 milioni resta al momento l'unica sul tavolo di mezzo e sembra proprio che l'Europa si sia scordata di Cristiano Ronaldo. A tendergli la mano potrebbe essere però l'Atletico Madrid, pronto a ingaggiarlo per un suo ritorno sull'altra sponda di Madrid, ma nella ‘sua' Liga che l'ha visto primeggiare per tantissimi anni. I Colchoneros però hanno posto delle condizioni, importanti, e il giocatore non ha ancora fatto i conti con il Manchester United.

Il fattore economico è infatti l'ostacolo maggiore dell'Atletico che vorrebbe il giocatore solo a patto che si dimezzi della metà il suo stratosferico ingaggio da 29 milioni di euro. In questo momento Mendes avrebbe fatto sapere che questa condizione non è stata ancora presa in considerazione dal giocatore che è ancora conteso dai Red Devils pronti a far leva sulla volontà dell'allenatore Ten Hag di voler fortemente tenere il portoghese in squadra. "Cristiano Ronaldo non è in vendita – ha detto in un'intervista rilasciata nella giornata di ieri – Ho parlato con lui e non vedo l'ora di lavorarci ma la situazione è sempre la stessa. Sono ben informato, ha anche un'opzione per un'altra stagione”.

L'ex tecnico dell'Ajax punta tutto sul portoghese e vuole crede che il Manchester United possa essere ancora una soluzione per la sua carriera ed è sicuro che resterà. "Per il momento posso dire solo che sarà con noi per l’inizio del campionato il 7 agosto, sono sicuro che per quel giorno Cristiano sarà in forma, sappiamo tutti che è un grande professionista”. L'Atletico ci proverà comunque e anche il Manchester United che potrebbe convincerlo a restare e accontentarsi dell’Europa League senza imporgli il taglio del 25% dello stipendio stabilito dopo la mancata qualificazione in Champions. Sarebbe l'unica soluzione per rivederlo nuovamente in campo nella Premier League inglese agli ordini di Ten Hag che avrebbe così vinto la sua personale battaglia di mercato.

Cristiano Ronaldo a lezione da ten Hag, colpito dove fa più male:
Cristiano Ronaldo a lezione da ten Hag, colpito dove fa più male: "Deve migliorare fisicamente"
Cristiano Ronaldo ritrova il sorriso con il primo gol in carriera in Europa League
Cristiano Ronaldo ritrova il sorriso con il primo gol in carriera in Europa League
Cristiano Ronaldo lancia un messaggio ai suoi detrattori:
Cristiano Ronaldo lancia un messaggio ai suoi detrattori: "Il mio cammino non è terminato"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni