Massimo risultato con il minimo sforzo per l'Inter che ha iniziato il suo cammino in Europa League vincendo per 2-0 con il Ludogorets. Antonio Conte può sorridere perché i nerazzurri hanno ritrovato il successo dopo due ko consecutivi. A segno per la prima volta con l'Inter il danese Eriksen, che ha sbloccato il risultato.

Ludogorets-Inter 0-2

Dopo la partita, ai microfoni di ‘Sky' è intervenuto il tecnico Antonio Conte, che ha sottolineato il cambio di ritmo dei suoi nel secondo tempo e ha parlato anche del modulo leggermente cambiato in questa partita, con Eriksen alle spalle di due punte:

Nel primo tempo loro sono stati bassissimi e ci siamo adeguati alla situazione. Nella ripresa abbiamo cambiato intensità e la palla girava più veloce. Siamo riusciti a trovare il gol e a creare diverse occasioni da gol. Nuovo modulo? Stiamo provando soluzioni a partita in corso per cercare di avere alternative. Stiamo vedendo di volta in volta quale potrebbe essere la soluzione migliore, fermo restando che la costante sono le due punte.

Eriksen non è un problema per l'Inter

Ha giocato tutta la partita di Europa League Christian Eriksen che ha segnato il suo primo gol con l'Inter. Del danese si è parlato tanto in queste ultime settimane. Conte a proposito dell'ex Spurs ha detto che il fantasista non sarà mai un problema per il club nerazzurro e chi parla di lui deve stare più tranquillo, anche se Eriksen non è ancora al top della forma:

Deve lavorare, ne ha bisogno. Può fare molto meglio di quello che si è visto oggi. Il gol dà sempre fiducia, sono contento per lui. Deve trovare ritmo e intensità che aveva nel Tottenham. Ancora non ha trovato la giusta condizione fisica, ma siamo tranquilli e non abbiamo ansia. Sappiamo di aver preso un giocatore che ci può alzare la qualità. Non può diventare un problema. Bisogna stare tranquilli e sereni per il bene dell’Inter. Io penso a quello, altri ad altre cose. Lo inserisco nella giusta maniera e nel momento giusto. Può fare sicuramente meglio, come tutta la squadra.

L'Europa League può spappolarti

Conte indica la strada. L'Inter vuole andare molto avanti in Europa League, ma questa è una competizione molto faticosa e per questo l'ex c.t. farà giocare chi ha avuto meno spazio in campionato. Così è stato in Bulgaria e così sarà nei prossimi turni:

La nostra strada in Europa League sarà questa: utilizzare questa competizione per dare spazio a chi ha giocato meno. Dobbiamo cercare di andare più avanti possibile, continuando su questa linea. Questa competizione può spappolarti. C’è stata una buona risposta. Nel primo tempo siamo stati lenti e poco intensi, nella ripresa è cambiata la musica.