Succede tutto a cavallo dell'intervallo: Barrow colpisce, Simeone risponde. Si dividono la posta Bologna e Cagliari e così allo stadio Dall'Ara finisce 1-1. Quella tra i rossoblù felsinei e sardi è stata una gara frizzante, che in alcuni momenti ha mostrato la vivacità di questi due organici e i valori tecnici dei due reparti offensivi. Sia Sinisa Mihajlovic che Walter Zenga hanno apportato delle modifiche rispetto all'ultima uscita.

Per tutta la gara non c'è mai stato un netto predominio di una squadra sull'altra ma le due squadre hanno mostrato la loro bravura nel ribaltare velocemente il campo e lavorare sugli spazi lasciati dagli avversari. Alle occasioni di Palacio, grande respinta di Cragno prima e deviazione fuori misura poi, i cagliaritani hanno riposto con l'incursione di Rog da sinistra che Simeone manca per poco. A sbloccare il match ci pensa Musa Barrow, che prima ha cercato di servire Palacio in profondità ma un rimpallo favorevole gli ha permesso di ritrovarsi il pallone tra i piedi e dopo aver controllato in maniera ottimale ha freddato Cragno sul primo palo. Dopo la rete di Genova l'ex Atalanta è ancora una volta decisivo per i felsinei.

Pochi secondi dopo l'inizio del secondo tempo Giovanni Simeone ha insaccato un assist di Nainggolan in seguito ad una bella giocata di Lykogiannis e ha trovato la sua decima rete in campionato: anche la punta argentina è in striscia positiva come l'avversario ma il Cholito è a quota 3 dopo Spal e Torino. La gara vede continui ribaltamenti di fronte ma non c'è freddezza negli ultimi metri né da parte dei bolognesi né da parte dei sardi e così dopo 6 minuti di recupero Sacchi può decretare il pareggio finale.

Situazione invariata per Bologna e Cagliari in classifica: gli emiliani salgono 38 punti e avvicinano il Verona al decimo posto mentre i sardi restano un gradino più un, a 39, superando proprio i veneti e il Parma.

Il tabellino di Bologna-Cagliari

RETI: 45+3′ Barrow, 46′ Simeone.

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Dijks (70′ Krejci); Schouten (70′ Dominguez), Medel (90′ Svanberg), Soriano; Orsolini, Palacio (71′ Sansone), Barrow. A disposizione: Da Costa, Sarr, Corbo, Denswil, Bonini, Baldursson, Cangiano, Juwara. Allenatore: Mihajlovic.

CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Walukiewicz (70′ Pisacane), Ceppitelli (24′ Lykogiannis), Carboni, Mattiello; Nandez, Rog, Nainggolan, Pellegrini (78′ Ionita); Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Rafael, Ciocci, Boccia, Faragò, Cigarini, Lombardi, Ragatzu, Gagliano, Paloschi. Allenatore: Zenga.

ARBITRO: Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata.