Il presidente, Aurelio De Laurentiis, è positivo al coronavirus. Lo ha annunciato il Napoli in una nota ufficiale dopo la diffusione della notizia sulle condizioni del massimo dirigente, di un suo collaboratore e di un familiare (come riportato da  Il Napolista). La situazione è monitorata e tenuta sotto controllo soprattutto perché nei mesi scorsi il numero uno degli azzurri  è stato colpito da una forte polmonite. Questo il comunicato ufficiale della società partenopea sullo stato di salute del patron.

La SSC Napoli – si legge nella nota – comunica che il Presidente Aurelio De Laurentiis è risultato positivo al Covid-19 in seguito al tampone effettuato ieri.

Nella giornata di ieri De Laurentiis aveva partecipato all'Assemblea di Lega in Serie A. Era a Milano per discutere, assieme agli altri 19 presidenti, sulla questione dei diritti tv e la composizione della Media Company per una nuova gestione manageriale del prodotto "calcio italiano". La positività accertata del massimi dirigente fa sì che adesso tutti i presenti nella riunione che si è svolta all'Hotel Hilton dovranno sottoporsi alla profilassi obbligatoria ed eventualmente entrare in quarantena.

Cosa accadrà adesso alla squadra? Quanto accaduto a De Laurentiis non dovrebbe avere ripercussioni sulla squadra di Gattuso. Il tecnico, il suo staff e i giocatori sono stati sottoposti al tampone circa un paio di giorni fa e per tutti l'esito è stato negativo. Il caso di positività rilevato con il massimo dirigente, che è entrato in contatto con la squadra per tutto il ritiro di Castel di Sangro, potrebbe spingere la società a tenere la rosa in isolamento. Domani pomeriggio, allo stadio San Paolo, il Napoli è impegnato in un'amichevole contro il Pescara. È il penultimo test prima dell'inizio del campionato: domenica prossima, a Lisbona, gli azzurri dovrebbero andare in campo contro lo Sporting salvo indicazioni differenti.