14.488 CONDIVISIONI
21 Giugno 2022
12:16

Gerry Scotti: “I miei genitori sono morti nello stesso giorno, porto ancora un grande rimorso”

“I miei genitori mi hanno sempre sostenuto”, racconta Gerry Scotti a Muschio Selvaggio. “Mio padre era operaio alle rotative del Corriere della sera: lavorava di notte e di giorno stava dietro a me. Quando sono morti non ho potuto fare niente per loro”.
A cura di Giulia Turco
14.488 CONDIVISIONI

Nell'intervista rilasciata a Muschio Selvaggio, Gerry Scotti si è lasciato andare ad un ricordo commosso dei suoi genitori. Il celebre conduttore, volto iconico della tv, ha raccontato a Fedez e Luis Sal alcuni dei momenti più importanti della sua vita privata che lo hanno segnato nel diventare il personaggio che è oggi, dopo 30 anni di carriera. "Non era tra i miei obiettivi personali diventare ‘milionario', ho imparato col tempo che in fondo i soldi non ti comprano ciò di cui hai bisogno veramente", ha raccontato a Fedez sapendo di andare a toccare un nervo scoperto per il rapper.

Il rapporto di Gerry Scotti con i suoi genitori

Gerry Scotti viene dalla provincia di Pavia, precisamente è originario di Camporinaldo. Nasce dal padre Mario Scotti, operaio che lavora per le rotative del Corriere della Sera, e dalla mamma casalinga. "Ero nipote di un contadino e un panettiere, figlio di uno che ha deciso di fare poi un lavoro totalmente diverso, mio papà era operaio", racconta a Muschio Selvaggio. "Ai tempi in cui ero ragazzo, avere un lavoro fisso e una casa era già un sogno, non aspiravo di certo ad avere quello che ho ora", spiega. "Passavamo le giornate con gli amici seduti sui marciapiedi a scommettere su che macchina sarebbe passata di lì, ma ciò nonostante i miei genitori mi hanno sempre sostenuto", spiega Scotti, che avrebbe voluto studiare architettura. "Mio padre lavorava di notte, ma di giorno era sempre lì a sostenermi. Fu lui stesso ad accompagnarmi a Città Studi, per avvicinarmi alla Facoltà".

La morte improvvisa dei suoi genitori

Alla fine, su consiglio dello zio, Gerry Scotti intraprese la strada di giurisprudenza, senza portate a termine il percorso di studi. Di quel periodo conserva però dolci ricordi dei suoi genitori, per i quali è stato figlio unico e che ha perso mentre la sua carriera da conduttore televisivo era già avviata. "Nello stesso giorno ho perso mio papà e mia mamma, uno se n'è andato di notte, l'altro di giorno", ha confessato con la voce commossa. "Nonostante io ai tempi fossi già benestante, io per loro non ho potuto fare niente. Questo è uno dei più grandi rimorsi che mi resta addosso e che mi resta addosso e che mi fa capire il vero valore dei soldi, che aiutano sì, ma solo a togliersi degli sfizi".

14.488 CONDIVISIONI
Gerry Scotti, lo zio d’Italia: “In pensione a 70 anni? Mai detto. Dalla Rai nessuna proposta”
Gerry Scotti, lo zio d’Italia: “In pensione a 70 anni? Mai detto. Dalla Rai nessuna proposta”
Morto Piero Sonaglia, Gerry Scotti:
Morto Piero Sonaglia, Gerry Scotti: "Perdiamo il più bravo di tutti"
"Chi ca..o è Strehler, raga?", la gaffe di Fedez con Gerry Scotti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni