12.209 CONDIVISIONI
23 Maggio 2022
20:05

Ashley Graham: “Sono una guerriera ma sto ancora lottando con la trasformazione del mio corpo”

Ashley Graham, modella curvy sostenitrice della body positivity, ha parlato della sua vita da mamma: le gravidanze hanno stravolto il suo rapporto con il corpo, “Ero un sex symbol e ora sono una macchina per fare bambini”.
A cura di Gaia Martino
12.209 CONDIVISIONI

Ashley Graham è oggi la modella curvy tra le più famose al mondo. Sostenitrice della body positivity, pubblica sui suoi canali social foto di sé, delle sue smagliature e della sua cellulite. Fotografie che hanno fatto accrescere ancora di più la stima che i fan nutrivano nei suoi confronti. Ma dietro tutta quella sicurezza annunciata sui social, si è nascosto un percorso difficile di cui soltanto adesso ha parlato. Ashley Graham a Glamour UK ha raccontato delle conseguenze delle gravidanze affrontate, di aver avuto una pericolosa emorragia dopo il primo parto e di essere stata vittima di un aborto. Nonostante abbia sempre combattuto contro standard ingiusti e irrealistici riguardanti il corpo delle donne ha ammesso di non sentirsi ancora del tutto a suo agio con le sue forme.

Ashley Graham parla del suo corpo: "Ho avuto un aborto"

La famosa modella statunitense in un saggio scritto per Glamour UK ha raccontato dei lati oscuri della maternità. "Quello che ho passato con il parto ha cambiato il mio rapporto con il mio corpo" ha spiegato Ashley Graham, "Quando è nato Isaac mi sono immersa nell'esperienza post partum, il manuale che nessuno ti dà. Isaac era il mio intero mondo, ma da donna, il mio aspetto fisico ed emotivo era disordinato, molto faticoso". Con l'arrivo della pandemia si è trovata in difficoltà: "Sono stata isolata, ho allevato un bambino senza sapere nulla. Ero anche ossessionata dai 20 kili che non scendevano, sentivo come che se il corpo non fosse mio". Successivamente decise di riprovare ad avere un figlio: "A fine febbraio 2021 ho avuto un aborto. È stato devastante; sembrava una delle più grandi perdite che avessi mai avuto in vita mia fino ad allora. E ho capito a quel punto cosa hanno passato tante altre mamme. Avevo già un figlio e guardarlo era l'unico modo per alleviare il mio dolore, eppure la perdita era così forte".

 "Con l'arrivo dei gemelli la fine del mio corpo"

Quando è rimasta incinta dei gemelli, Ashley Graham ha raccontato di aver provato una forte gioia. "Mi sentivo come se ce l'avessi fatta, ma è stata anche la fine del mio corpo. Sono diventata enorme in fretta. A 30 settimane sono arrivate le smagliature, pensavo di poter gestire la situazione, poi hanno cominciato ad essere sempre più evidenti. Si vedevano uscire dalla linea delle mutandine, e poi oltre l'ombelico, e mi sono sciolta". Non riusciva ad accettare il suo cambiamento fino al giorno in cui ha deciso di travolgere la sua visione.

Ne parlavo continuamente con le ostetriche, con mio marito, con il mio team. Dicevo: "Non capite. Ero un sex symbol e ora sono una macchina per fare bambini e ho smagliature fino all'ombelico. Che diavolo sta succedendo?". Poi un giorno mi sono fermata e ho pensato: "Fanculo, questa è la mia vita" e ho postato una foto delle mie smagliature su Instagram, che quel giorno mio marito mi ha descritto come l'albero della vita. Che sia benedetto.

Dopo aver condiviso con i fan le foto, ha ritrovato la pace con sé stessa e con il suo corpo, ha raccontato. Le conseguenze della nascita di Malachia e Roman sono state travolgenti, ha aggiunto: "Non ho potuto camminare correttamente per molto tempo, per non parlare dell'esercizio. Tremavo, non mi sentivo me stesso fisicamente o emotivamente. Avevo programmato di tornare al lavoro dopo otto settimane, ma ero un disastro e quando mi sono vista allo specchio, mi sentivo ancora incinta". Il viaggio per amare se stessi è stato lungo e complesso ma ancora oggi – ha raccontato – non si sente del tutto a suo agio con il suo corpo, indipendentemente dalla sua difesa della body positivity.

Se devo essere completamente onesta, non vedo l'ora di tornare al mio corpo pre-gravidanza e velocemente. Dico a me stessa che sono una guerriera per aver portato e partorito i miei bambini, per essere sopravvissuta all'emorragia, per essere una madre per i miei tre figli, e tuttavia sto ancora lottando con la trasformazione del mio corpo. Ma oggi è uno dei giorni in cui mi sento incredibilmente orgogliosa.

La complicanza dopo il secondo parto

L'emorragia di cui ha parlato risale al secondo parto. "La notte in cui ho partorito ho avuto un'emorragia" – ha spiegato, aggiungendo di aver dato alla luce in poco tempo i due gemelli prima di sentirsi male – "Avevo perso litri di sangue, quando finalmente mi sono ripresa mi dicevano "Stai bene" ma non volevano dirmi che la vena del mio braccio continuava a collassare e non riuscivano a inserire l'ago per il Pitocin, quindi me lo hanno dovuto mettere in mano. Anche se in quel momento nessuno entrava nei dettagli, mi guardai intorno e vidi sangue dappertutto". Per quattro giorni di fila non ha potuto camminare e per circa due mesi è stata isolata in casa.

12.209 CONDIVISIONI
Ashley Graham di nuovo mamma:
Ashley Graham di nuovo mamma: "I gemelli sono nati in casa, sono felici e in salute"
Come sta Nancy Brilli:
Come sta Nancy Brilli: "Ancora positiva ma protetta da cura e vaccino", il messaggio su Instagram
L'ex Ken Umano Jessica Alves ha completato la trasformazione in Barbie dopo 90 interventi chirurgici
L'ex Ken Umano Jessica Alves ha completato la trasformazione in Barbie dopo 90 interventi chirurgici
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni