415 CONDIVISIONI
Eurovision Song Contest 2022
15 Maggio 2022
9:48

I Maneskin sulla vittoria dei Kalush Orchestra all’Eurovision: “In tempi bui la musica porta luce”

I Maneskin commentano la vittoria dei Kalush Orchestra all’Eurovision Song Contest 2022, “Una meritata vittoria” scrive la band vincitrice del Festival lo scorso anno tornata a Torino come ospite con l’esibizione “Supermodel”.
A cura di Gaia Martino
415 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Eurovision Song Contest 2022

Ieri sera è andata in scena la finale dell'Eurovision Song Contest 2022, vinta dalla band ucraina Kalush Orchestra. "Tra due giorni torniamo in Ucraina, siamo pronti a combattere, fino alla fine" sono state le loro parole dopo la vittoria, poi si sono augurati di poter ospitare la manifestazione l'anno prossimo nel loro paese. L'ultima serata del Festival ha riservato spazio anche ai Maneskin, la band vincitrice dell'anno scorso che ha riportato l'Italia vincitrice dell'Eurovision dopo 31 anni. Damiano David, Victoria De Angeliis, Thomas Raggi e Ethan Torchio dopo essersi esibiti con il nuovo singolo "Supermodel" e dopo la battuta del cantante, su Twitter hanno fatto i complimenti ai nuovi vincitori.

Il messaggio dei Maneskin ai Kalush Orchestra

I Maneskin con un tweet hanno commentato la vittoria dei Kalush Orchestra all'Eurovision 2022. Si tratta di un premio importante per il paese colpito dalla guerra, un segnale politico e di solidarietà significativo e la band italiana vincitrice della passata edizione lo ha ribadito:

SI Ucraina! Kalush Orchestra. Questo significa anche più di una meritata vittoria. Nei tempi bui la musica è sempre in grado di portare luce e far sentire tutti più vicini. Grazie Eurovision.

Le parole dei Kalush Orchestra dopo la vittoria

"Una vittoria importante" hanno detto i Kalush Orchestra dopo aver ricevuto il premio dell'Eurovision 2022. La band ucraina è contenta di aver diffuso la loro cultura e la loro musica in tutto il mondo, ora devono tornare a casa per combattere. "In Ucraina le nostre persone sono bloccate da ogni parte dai soldati russi. Vogliamo dare sollievo e per farlo dobbiamo diffondere quante più informazioni possibile, sensibilizzare la nostra situazione" hanno spiegato, prima di augurarsi di poter ospitare nel loro paese la prossima manifestazione, l'anno prossimo: "Il prossimo anno saremo contenti di ospitare l'Eurovision in una nuova integrata Ucraina".

415 CONDIVISIONI
151 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni