2.920 CONDIVISIONI
Mostra del cinema di Venezia 2022
2 Settembre 2022
11:27

Giorgia Soleri a Venezia riceve l’incoronazione da una fan: “Altro che fidanzata di Damiano”

Giorgia Soleri era a Venezia 79 per assistere al ritorno di Alejandro González Iñárritu con il film “Bardo”.
2.920 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Mostra del cinema di Venezia 2022

Fa notizia che Giorgia Soleri, sfilando sul red carpet della 79esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, venga riconosciuta in quanto tale da una sua ammiratrice. Dopo le polemiche sollevate dalla influencer e scrittrice per essere considerata e presentata come "la fidanzata di Damiano dei Maneskin", una fan la ferma per dirle: "Per me tu sei la Queen, non sei la fidanzata di Damiano". Lei ringrazia: "Sei la mia fan preferita". 

Giorgia Soleri per il film Bardo di Iñárritu

Giorgia Soleri era a Venezia 79 per assistere al ritorno di Alejandro González Iñárritu, sette anni dopo "Revenant – Redivivo" che diede l'atteso Oscar a Leonardo DiCaprio. Prima di entrare in sala, un giornalista le ha ricordato: "Ti aspettano tre ore molto intense". La risposta: "Non vedo l'ora, sono molto curiosa". 

Giorgia Soleri, solare e sorridente sul red carpet
Giorgia Soleri, solare e sorridente sul red carpet

Il look di Giorgia Soleri alla Mostra di Venezia 79

Giorgia Soleri sul red carpet di Venezia 79 per la prima di Bardo non ha voluto rinunciare alla scollatura. Il look di Giorgia Soleri è stato: giacca (Moschino) che lascia intravedere anche un reggiseno di pizzo. Maxi pantaloni palazzo e look total black. Sotto il pantalone, una maxi zeppa ricoperta di cristalli, che nella camminata hanno brillato e rubato l'attenzione. Non c'è null'altro da aggiungere: Giorgia Soleri ha davvero colpito nel segno nella serata di ieri. 

La storia di Silverio Gama, alter ego di Iñárritu

Bardo è la storia di Silverio Gama, che costituisce una sorta di alter ego dello stesso regista, considerato il miglior giornalista latino-americano, nonché primo a vincere un prestigioso premio internazionale. Il film, che sarà distribuito da Netflix, sembra seguire lo stesso filone introspettivo di un altro regista messicano, sempre prodotto da Netflix. Parliamo di Alfonso Cuaron e del suo Roma. Un'opera personale che la critica sembrerebbe aver apprezzato.

2.920 CONDIVISIONI
78 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni