Le elezioni regionali in Basilicata confermano un trend ormai evidente da settimane nei sondaggi elettorali: la Lega continua la sua ascesa, anche in regioni teoricamente ostili al Carroccio; allo stesso tempo il Pd risale e il Movimento 5 Stelle arranca. Il sondaggio realizzato da Index Research per Piazza Pulita dimostra che il partito ora guidato da Nicola Zingaretti è stabilmente davanti al M5s ormai da più giorni. E allo stesso tempo evidenzia il dato della Lega, che sfiora ormai il 35% ed è sempre più nettamente in testa alle rilevazioni elettorali. Il Carroccio si attesta infatti al 34,8%. Più di 13 punti percentuali di vantaggio su tutti gli altri. A inseguire, infatti, troviamo il Pd con il 21,1%, ormai davanti ai Cinque Stelle da un paio di settimane.

Continua la crisi, almeno nelle rilevazioni, del Movimento 5 Stelle: il partito guidato da Luigi Di Maio si ferma al 20,4%. Più indietro troviamo gli altri partiti, a cominciare da Forza Italia con il 9%. Si ferma al 4,4%, sostanzialmente stabile nelle ultime settimane, Fratelli d’Italia. Sotto il 3%, invece, tutti gli altri partiti: +Europa arriva al 2,7%. Mdp e Sinistra italiana insieme raggiungono il 2,8%. Potere al Popolo si attesta all’1,7%. Per gli altri partiti, invece, tutti insieme si arriva, come somma, al restante 3%.

La fiducia nei leader politici

Nello stesso sondaggio si chiede agli intervistati quale sia il loro grado di fiducia nei confronti dei maggiori leader politici. In testa c’è il ministro dell’Interno e segretario della Lega, Matteo Salvini, con il 50% di giudizi positivi. Dietro di lui il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al 38%. Staccato Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e capo politico del M5s, al 29%. Nonostante il periodo di ripresa del Pd, almeno in termini di sondaggi, rimane distante il neo-segretario dem Nicola Zingaretti, al 22%. Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, si attesta al 18%. Infine, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi gode della fiducia solamente del 12% degli intervistati.