Una scena tremenda: una madre che vede il suo piccolo figlio, di soli 6 anni, decapitato davanti ai suoi occhi. Il tremendo episodio, riportato dal Mirror e dal Daily Mail, sarebbe avvenuto a Medina, in Arabia Saudita. Secondo quanto riporta il Mirror, il motivo sarebbe religioso: il bimbo, riportano i media, era appartenente alla branca “sbagliata” dell’islam. L’episodio sarebbe avvenuto quando il bimbo, insieme a sua madre, era in visita a un tempio nella città di Medina. Ai due sarebbe stato chiesto se fossero di fede sciita. La donna ha risposto positivamente e dopo pochi minuti è stata portata su un auto insieme al bambino. Il piccolo sarebbe stato più volte accoltellato, al collo, con un pezzo di vetro rotto. Fino a che non è stato decapitato. Tutto ciò davanti agli occhi della madre, che non è riuscita a far nulla per evitare la tragedia.

In Arabia Saudita la popolazione è, per la maggior parte, di fede sunnita: circa tre quarti degli abitanti del Paese fanno riferimento a questa dottrina religiosa. Secondo quanto denunciano alcune associazioni per i diritti umani, in Arabia Saudita molte forme di minoranze religiose vengono sistematicamente perseguitate. Shia Rights Watch, per esempio, denuncia che non ci sono stati interventi per arginare questo fenomeno e dalle autorità non arriva nessuna risposta neanche in riferimento a questo caso. Secondo l’associazione, questo episodio “è il risultato di una violenza continua e della mancanza di protezione da parte delle autorità verso la parte sciita della popolazione”.