3.495 CONDIVISIONI
27 Maggio 2020
12:04

Sotto scorta il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina: “Minacce e insulti via social”

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è finita sotto scorta da alcuni giorni a causa delle minacce per il concorso e degli insulti via social, che ne hanno resa necessaria la protezione. Al momento è accompagnata da uomini della Guardia della Finanza: “Hanno tentato di hackerarle il profilo Facebook e il conto corrente”.
A cura di Ida Artiaco
3.495 CONDIVISIONI

Scorta per il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, che da tre giorni viene accompagnata da uomini della Guardia di Finanza. Da tempo infatti la responsabile della Scuola è stata bersagliata da minacce e insulti via social, che hanno reso necessaria la protezione. Ad annunciarlo è stata questa mattina Bianca Laura Granato, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione istruzione al Senato. "Il ministro Azzolina oltre ad insulti sessisti ha subito delle minacce per il concorso. Da ieri è stata messa sotto scorta come il sottosegretario Sileri. Hanno tentato di hackerarle il profilo Facebook e il conto corrente".

Sulla vicenda è intervenuto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: "Bisogna abbassare i toni e la politica, per prima, deve dare il buon esempio. Ognuno è giusto che esprima le proprie idee, il confronto è sempre sano e democratico, ma trovo inqualificabili gli insulti sessisti che sono stati rivolti nelle ultime settimane alla ministra Azzolina". Di Maio ha anche fatto un appello "a tutte le forze politiche: la gente non vuole polemiche, ma fatti. La gente vuole vederci lavorare. In silenzio, senza polemiche. In questa fase non esiste la battaglia di una singola forza politica. La battaglia è di tutti. C’è in gioco il futuro dei cittadini italiani, c’è un Paese da sostenere e ricostruire. Lavoriamo insieme e uniti. Siamo pagati per fare questo, non per rincorrere sondaggi o consensi elettorali".

Solidarietà ad Azzolina è stata espressa da Vito Crimi, capo politico dei pentastellati: "Sulla scuola si è venuto a creare un clima intollerabile, che poteva e doveva essere evitato. Al ministro Azzolina proprio in questi giorni è stato deciso di assegnare la scorta e a lei va tutta la solidarietà", ha fatto sapere con una nota, nella quale ha aggiunto che "agli attacchi e provocazioni strumentali nei suoi confronti, recentemente si sono aggiunti inaccettabili insulti sessisti e minacce, anche da parte di presunti insegnanti. Lucia Azzolina è un ministro competente e coraggioso, andiamo avanti insieme a testa alta nel percorso di cambiamento e di sostegno alla scuola italiana". A lui si sono aggiunti gli esponenti del M5S della commissione Istruzione al Senato, che hanno parlato di clima di odio inaccettabile: "Dopo i ripetuti attacchi che certa politica ha in maniera pretestuosa riservato a Lucia Azzolina, alcuni facinorosi si sono spinti a insultare il ministro, con offese sessiste e messaggi di odio davvero sconcertanti. Ma come sempre odio chiama odio, e si è giunti addirittura alle vere e proprie minacce, tanto che è stato deciso di assegnarle la scorta.Ribadiamo che fino a quando una donna dovrà difendersi da attacchi e critiche che non riguardano il merito e la competenza, ma che sono semplicemente denigratori e misogini, non ci sarà mai la piena parità".

3.495 CONDIVISIONI
Azzolina lascia il M5s per seguire Di Maio a Insieme per il Futuro:
Azzolina lascia il M5s per seguire Di Maio a Insieme per il Futuro: "Non eravamo né carne né pesce"
Modena, rapinata e stuprata sotto la minaccia di un coltello in un seminterrato: arrestato 22enne
Modena, rapinata e stuprata sotto la minaccia di un coltello in un seminterrato: arrestato 22enne
Migranti, Mattarella:
Migranti, Mattarella: "Rafforzare azione a favore dei rifugiati, la Costituzione prevede protezione"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni