Le elezioni regionali del 20 e 21 settembre hanno chiamato al voto i cittadini di 6 Regioni a statuto ordinario e di una a statuto speciale (la Valle d’Aosta). Dopo la pubblicazione dei primi exit poll, Swg ha elaborato per la maratona elettorale di La7 anche i dati sulle prime proiezioni riguardanti il voto in Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto. Le prime proiezioni sulle elezioni regionali sembrano confermare quanto emerso dagli exit poll, con i presidenti di Regione uscenti in Campania, Liguria e Veneto che vanno verso una facile riconferma: sembra netta, infatti, l’affermazione per Vincenzo De Luca, Giovanni Toti e Luca Zaia. Nettamente avanti anche il candidato del centrodestra nelle Marche, Francesco Acquaroli, Regione che verrebbe quindi strappata al centrosinistra. Più equilibrate le altre due sfide, a partire da quella probabilmente più attesa: in Toscana sembra essere leggermente avanti il candidato del centrosinistra Eugenio Giani, davanti alla sfidante leghista Susanna Ceccardi. In Puglia il presidente uscente e candidato del centrosinistra, Michele Emiliano, sembra avere un discreto vantaggio rispetto a Raffaele Fitto.

Ecco i dati relativi alle prime proiezioni diffusi da Swg, Regione per Regione:

Campania:

Vincenzo De Luca (centrosinistra) 66,8%

Stefano Caldoro (centrodestra) 19,2%

Valeria Ciarambino (M5s) 10,6%

Liguria:

Giovanni Toti (centrodestra) 53,5%

Ferruccio Sansa (centrosinistra) 39,5%

Aristide Massardo (Italia Viva) 3,6%

Marche:

Francesco Acquaroli (centrodestra) 43,8%

Maurizio Mangialardi (centrosinistra) 38,7%

Gian Mario Mercorelli (M5s) 11%

Puglia:

Michele Emiliano (centrosinistra) 46,8%

Raffaele Fitto (centrodestra) 38%

Antonella Laricchia (M5s) 10,8%

Ivan Scalfarotto (Italia Viva) 2,3%

Toscana:

Eugenio Giani (centrosinistra) 46,5%

Susanna Ceccardi (centrodestra) 42,3%

Irene Galletti (M5s) 6,1%

Veneto:

Luca Zaia (centrodestra) 73,5%

Arturo Lorenzoni (centrosinistra) 16,7%

Enrico Cappelletti (M5s) 4,2%.