Il nuovo Dpcm di Natale è stato pubblicato, ora non ci sono più dubbi su come saranno le prossime vacanze invernali. Le regole sono state stabilite, le misure restrittive saranno inasprite dal 21 dicembre al 6 gennaio, quando sarà vietato di spostarsi tra Regioni, anche se entrambe in zona gialla. Ulteriore restrizione prevista per i giorni di festa: Natale, Santo Stefano e Capodanno, quando non ci si potrà muovere neanche tra Comuni. Allungati gli orari dei negozi, ristoranti aperti anche nei giorni di festa, coprifuoco allungato l'ultimo dell'anno e lo stop alle piste da sci. La scuola superiore riprenderà ufficialmente dopo le vacanze di Natale. Durante le feste le regole saranno stringenti, ma non ci sarà nessuna imposizione nelle abitazioni private: "Noi non possiamo entrare nelle case delle persone ha spiegato il presidente del Consiglioma raccomandiamo fortemente di non ricevere a casa persone non conviventi, specialmente ora".

Le regole per Natale e Capodanno, in casa e fuori

Il giorno di Natale, così come a Capodanno e Santo Stefano, sarà consentito andare a mangiare a pranzo al ristorante. Per quanto riguarda chi resterà a casa, c'è la forte raccomandazione a non ricevere persone conviventi, e di usare sempre e comunque tutte le precauzioni del caso. Vietate le feste, in luoghi pubblici e privati. Durante il 25 e 26 dicembre e 1 gennaio non si potrà uscire dal proprio Comune di residenza. La notte di Natale la messa si terrà, ma alle 20, in tempo per permettere a tutti di rientrare a casa per l'inizio del coprifuoco, fissato ancora alle 22. Il blocco notturno sarà valido anche a Capodanno, ma durerà fino alle 7 del mattino. Valgono le stesse regole del Natale, ristoranti aperti a pranzo, a casa è raccomandato non invitare non conviventi, e in ogni caso proteggersi con le accortezze se si hanno visite: mascherina e distanziamento. Si possono usare i fuochi d'artificio.

Alberghi e ristoranti: chi è aperto e quando

I ristoranti, bar e pasticcerie saranno aperti, in zona gialla, tutti i giorni fino alle 18. Nessuna variazione rispetto alle regole attuali sugli orari, ancora obbligata la chiusura serale. Consentiti la consegna a domicilio e l'asporto fino alle 22, compreso nelle zone arancioni e rosse. I limite per sedersi allo stesso tavolo è di quattro persone, e sarà valido anche per il pranzo di Natale al ristorante, salvo che non sia un unico nucleo di persone conviventi. Gli alberghi restano aperti, anche quelli in montagna, e con loro i ristoranti interni, svincolati dai limiti di orario del settore. Infatti negli hotel si continuerà a poter servire cibo ai propri clienti a qualsiasi ora, salvo la notte di Capodanno. Il nuovo Dpcm specifica che il veglione dell'ultimo dell'anno non potrà essere trascorso neanche al ristorante dell'albergo: dalle 18 del 31 dicembre solo servizio in camera.