I contagi da Covid-19 in Europa continuano a crescere, con molti Paesi in cui i numeri preoccupano molto più che in Italia. Una situazione che, secondo Angelo Cioccia, europarlamentare della Lega, ha una spiegazione: gli italiani sono “più puliti” di francesi e spagnoli. E a supporto della sua teoria Ciocca tira in mezzo il fatto che solamente in Italia ci sono i bidet. Una provocazione, come la definisce lui stesso. Ma anche un argomento che ha più volte ribadito durante un’intervista a Tele Lombardia. Sulla diffusione del Coronavirus in Europa, l’eurodeputato leghista afferma: “Voglio lanciare una provocazione. Il popolo italiano è uno dei popoli più puliti, è la verità, lo dico da deputato europeo. Noi siamo più attenti, più puliti rispetti ad altri Paesi europei”.

Quando l’intervistatore gli chiede se in altri Paesi il Covid sia più diffuso perché sono più sporchi, Ciocca risponde: “No, perché hanno delle attenzioni nettamente diverse rispetto ai cittadini italiani. Scusate, sicuramente hanno un’attenzione alla pulizia dei locali, della persona, diversa dalla persona italiana e quindi c’è un comportamento che li penalizza sul Coronavirus. Questa è la verità”. E allora si tira in ballo il bidet, parlando di francesi e spagnoli e rispondendo all’ipotesi che siano più sporchi: “Eh sì, non so se siete stati in Francia o in Spagna. Se uno entra in un bagno italiano trova un pezzo in più. Hanno una cultura dell’ordine e della pulizia diversa da quella italiana che si ripercuote anche nel comportamento. Questo è”.

Alla fine Ciocca ribadisce la sua provocazione (poi riportata anche sui social), sostenendo che ci sono tanti motivi per cui gli italiani debbano ritenersi superiori, a partire proprio dalla questione della pulizia: “Quando un italiano pensa di essere inferiore a un francese o a un tedesco io mi arrabbio, perché noi non siamo inferiori, siamo superiori a un tedesco o a un francese. Se vai in un ristorante francese la pulizia è nettamente diversa rispetto a uno italiano, ovviamente in linea di massima”.