736 CONDIVISIONI
Covid 19
21 Aprile 2022
16:48

Il ministro Speranza dice che la pandemia di Covid e la campagna di vaccinazione non sono finite

Il ministro della Salute, rispondendo al question time, ha sottolineato che “è vero che non stiamo più in stato di emergenza dal 31 marzo, ma la pandemia di Covid non è finita”.
A cura di Tommaso Coluzzi
736 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"È vero che non stiamo più in stato di emergenza dal 31 marzo, ma la pandemia di Covid non è finita". È cominciata con questo monito la risposta del ministro Speranza a una delle diverse interrogazioni parlamentari a cui ha risposto oggi pomeriggio durante il question time in Senato. "La campagna di vaccinazione non si è conclusa – ha aggiunto – Poche settimane fa le autorità hanno raccomandato un ulteriore richiamo per alcune categorie". Poi ha sottolineato: "Il decreto 24 marzo ha riconfermato l'importante attività e compito di monitoraggio che vede come fulcro l'Istituto superiore di sanità. Ci sono diversi strumenti, quello quotidiano avviene su dati aggregati, poi settimanalmente è molto più complesso. Continueremo il nostro lavoro di monitoraggio con massima attenzione".

Il ministro della Salute ha fatto riferimento alla somministrazione della quarta dose, approvata – al momento – solo per alcune specifiche categorie: over 80, over 60 con particolari fragilità e ospiti delle Rsa. Poi Speranza ha parlato anche del Piano nazionale di ripresa e resilienza e dei risvolti sul suo settore di competenza: "Siamo di fronte all'opportunità di cambiare il volto al Sistema sanitario nazionale, siamo davanti a fondi senza precedenti – ha voluto sottolineare – È in corso un lavoro con le Regioni. Bisognerà capire che ripercussioni avrà il conflitto in Ucraina, ma al momento non se ne vedono".

E a proposito di Ucraina, il ministro ha sottolineato: "Sin dai primissimi giorni il ministero della Salute ha emanato una circolare dando indicazioni per favorire la vaccinazione di tutta la popolazione in arrivo dall'Ucraina. Non solo Covid, ma anche altre malattie – ha detto – Posso garantire che continuerà il nostro lavoro di monitoraggio massimo". Infine Speranza ha parlato anche del bonus psicologo, che è "in dirittura d'arrivo". È necessario un ultimo passaggio con un decreto interministeriale approvato insieme al Tesoro: "Poi si potrà partire".

736 CONDIVISIONI
31376 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni