1.746 CONDIVISIONI
30 Giugno 2022
17:09

Il governo approva il decreto bollette contro il caro energia: sconti prorogati fino al 30 settembre

Il governo approva un decreto legge per contenere il caro bollette. Taglio degli oneri di sistema fino a fine settembre, proroga del bonus sociale per l’energia elettrica e il gas, accelerata sullo stoccaggio di gas naturale: sono queste le principali novità.
A cura di Annalisa Girardi
1.746 CONDIVISIONI

Taglio degli oneri di sistema in bolletta fino a fine settembre, proroga del bonus sociale per l'energia elettrica e il gas, accelerata sullo stoccaggio di gas naturale. È quanto ha deciso oggi il Consiglio dei ministri, nell'atteso provvedimento contro il caro energia.

Continua infatti ad aumentare il costo dei carburanti, con benzina e gasolio sempre più cari. Anche per luce e gas i prezzi in bolletta non frenano. Insomma, la crisi energetica rischia d diventare un vero e proprio salasso per gli italiani. Tanto che il governo decide di accelerare sul provvedimento contro i rincari e Mario Draghi rientra un giorno prima dal summit Nato a Madrid proprio per partecipare al Cdm. Che, riunitosi oggi pomeriggio, ha deciso, anche per il terzo trimestre dell'anno (quindi luglio, agosto e settembre), di "annullare le aliquote relative agli oneri generali di sistema elettrico applicate alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW".

Insomma, viene confermato l'azzeramento degli oneri di sistema nel settore elettrico. Inoltre, sempre per il terzo trimestre del 2022, sarà prorogata la riduzione dell'Iva al 5% e degli oneri generali nel settore del gas. L'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), per contenere gli effetti degli aumenti dei prezzi del gas naturale dovrebbe ridurre ulteriormente le aliquote relative agli oneri di sistema.

Una novità riguarda poi il bonus sociale per l'energia elettrica e gas, il contributo per le famiglie più in difficoltà dall'aumento delle bollette. Diventa infatti retroattivo: chi presenta cioè tutta la documentazione relativa all'Isee durante l'anno, ha comunque diritto agli sconti in bolletta anche per i mesi precedenti (dal 1° gennaio). Nella bozza del testo approvata dal governo si legge: "Fermo il valore soglia dell’Isee previsto, per il primo trimestre 2022, in caso di ottenimento di una attestazione Isee resa nel corso dell’anno 2022 che permetta l’applicazione dei bonus sociali elettricità e gas, i bonus annuali riconosciuti agli aventi diritto decorrono dalla data del 1° gennaio 2022 o, se successiva, dalla data di cessazione del bonus relativo all’anno precedente".

Non è invece presente, come si era ipotizzato in un primo momento, il taglio degli oneri calcolato progressivamente in base all'Isee. Infine, sono confermate le disposizioni per accelerare lo stoccaggio di gas naturale. In totale per il decreto legge sono stati messi a disposizione 3,04 miliardi di euro.

In un comunicato Palazzo Chigi ha riassunto così le misure approvate oggi:

Il Consiglio dei ministri ha approvato in maniera definitiva un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale per il terzo trimestre 2022 e per garantire la liquidità delle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale.
In particolare, per ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, per il terzo trimestre 2022:

– sono annullate le aliquote relative agli oneri generali di sistema per le utenze domestiche e non domestiche in bassa tensione, oltre che per le utenze con potenza disponibile superiore a 16,5 kW (si tratta, in particolare, delle piccole utenze come per esempio negozi, piccole e medie imprese, attività artigianali, commerciali o professionali, capannoni e magazzini), o per usi di illuminazione pubblica o di ricariche pubbliche di veicoli elettrici.

– sono inoltre assoggettate all’Iva al 5% le somministrazioni di gas metano per usi civili e industriali e sono mantenute al livello del secondo trimestre le aliquote relative agli oneri generali di sistema per il gas naturale. È prevista una ulteriore riduzione degli oneri di sistema per il settore del gas con particolare riferimento agli scaglioni di consumo fino a 5.000 metri cubi all’anno.

– è previsto un contributo al contenimento dei prezzi del gas da parte dei soggetti titolari di contratti pluriennali di importazione di gas naturale.

– è concesso a Gse un prestito di 4 miliardi per l’acquisto di gas naturale finalizzato agli stoccaggi.

Inoltre il decreto prevede che il bonus sociale per l’energia elettrica, in pratica le agevolazioni tariffarie per la fornitura di energia elettrica in favore dei clienti domestici economicamente svantaggiati ed ai clienti domestici in gravi condizioni di salute siano riconosciuti anche per il primo trimestre 2022, quindi i bonus annuali riconosciuti agli aventi diritto decorrono dalla data del 1° gennaio 2022. Le soglie di reddito per accedere ai bonus sono 8 mila euro per il primo trimestre 2022, 12 mila per il secondo e terzo trimestre 2022.

1.746 CONDIVISIONI
Caro benzina, governo proroga sconto di 30 centesimi sulle accise dei carburanti fino al 21 agosto
Caro benzina, governo proroga sconto di 30 centesimi sulle accise dei carburanti fino al 21 agosto
Chi riceverà il bonus 200 euro con il decreto Aiuti bis del governo
Chi riceverà il bonus 200 euro con il decreto Aiuti bis del governo
Crisi di governo, per i sondaggi vince Draghi: la maggioranza degli italiani lo vuole fino al 2023
Crisi di governo, per i sondaggi vince Draghi: la maggioranza degli italiani lo vuole fino al 2023
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni