È durissimo il commento di Alessandro Di Battista al voto alla Camera dei deputati con cui si è respinta la richiesta di arresto per il deputato di Forza Italia Sozzani (mentre la Giunta ha negato l’ok anche per l’utilizzo delle intercettazioni telefoniche). L’ex deputato del Movimento 5 Stelle, in un lungo post pubblicato sul suo profilo Facebook, punta il dito contro il Partito Democratico e lancia un avvertimento ai suoi colleghi di partito: “Non fidatevi”. Nella lettura di Di Battista, infatti, il PD resta “il partito del sistema per eccellenza, quindi il più pericoloso”, anche in quanto “responsabile delle misure di macelleria sociale che hanno colpito i lavoratori italiani”.

Un giudizio che sarebbe confortato anche da quanto avvenuto nelle ultime 48 ore e nella formazione del governo:

Prima Renzi ha formato i suoi gruppi parlamentari (stando attento, sia chiaro, a lasciare ancora qualche suo “palo” nel PD); poi il Partito Unico Lega-FI-PD-FDI ha salvato l'ennesimo deputato votando contro una richiesta d'arresto da parte dei giudici di Milano dopo aver votato NO persino sull'utilizzo di intercettazioni contro di lui.

Ora vi faccio una domanda. Davvero tutto questo vi sorprende? Io capisco l'indignazione, ma lo stupore proprio no. Leggo in rete lamentele sulla scelta di ministri e sottosegretari. C'è chi ha avuto i brividi per Gentiloni commissario in Europa, chi per Franceschini alla cultura, chi per l'entrata nel governo delle varie Malpezzi, Ascani, Morani o dei vari Fiano o Scalfarotto. Perdonatemi ma chi pensavate che il PD avrebbe mai messo, Mandela, Kennedy, Allende?

E, infine, l’appello ai suoi colleghi:

NON VI FIDATE!

1. Non vi fidate del PD derenzizzato, ripeto, Renzi ci ha lasciato dentro decine di “pali”.

2. Non vi fidate dei giornali che per la prima volta vi apparecchiano interviste più morbide. Il loro obiettivo è la “normalizzazione” del Movimento (come se aver lottato contro questo sistema fosse anormale).

3. Non vi fidate delle smielate parole di Franceschini. Franceschini vuole fare il Presidente della Repubblica e sta già in campagna elettorale parlamentare…

4. Non vi fidate delle false aperture del PD sulla revoca delle concessioni ai Benetton. Salvini non ha voluto togliergli le concessioni per codardia e pavidità, il PD cercherà di non farlo per contiguità.

5. Non vi fidate dell'Europa (e sia chiaro, io non sono affatto un anti-europeista), in cambio di un po' di flessibilità in più chiederanno all'Italia le ultime chiavi di casa rimaste.

6. Non vi fidate della Lagarde, chiedete ai disgraziati greci e argentini ciò che ha fatto…

7. Non vi fidate delle notizie che arrivano dal Medio Oriente, al contrario lavorate per la Pace. Ne va dell'interesse del popolo iraniano, saudita e yemenita e di quello di un mucchio di imprese italiane che hanno sempre lavorato bene con Teheran.

8. Non vi fidate dei “nuovi ambientalisti”. Costoro sono i più sporchi, sono quelli che reputano il rispetto dell'ambiente solo uno spazio politico da occupare o che vorrebbero far pagare la lotta all'inquinamento ai poveracci e non a chi inquina davvero.