25 novembre 17:57 Si muove frana, chiusa strada Montenero a Livorno

Una frana in movimento da alcune ore ha indotto i tecnici del Comune e della Provincia di Livorno a chiudere al traffico, per motivi di sicurezza, la SP9 Circuito di Montenero a partire dall'incrocio con la strada statale Aurelia presso Castel Sonnino. La frana causata dal maltempo e dalla pioggia degli ultimi giorni si sta formando in prossimità del km 8+300 della Sp9. Secondo quanto riferito, da prime osservazioni del terreno sembra che il movimento franoso abbia causato un avvallamento di un tratto della provinciale, e anche per questo è stato necessario chiudere la strada temporaneamente al transito.

25 novembre 16:19 Crollo viadotto Torino-Savona: “Evento imprevedibile. Nuovo ponte entro quattro mesi”

Il crollo del viadotto lungo l'autostrada Torino-Savona a causa del maltempo è stato "un evento imprevedibile e imprevisto", ma presto il ponte verrà ricostruito. È quanto ha affermato dall'Autostrada dei Fiori (controllata dal gruppo Gavio) in una nota nella quale si stimano in tre o massimo quattro mesi, "i tempi di realizzazione del nuovo ponte, a campata unica in modo tale da scavalcare completamente la zona oggetto della frana e quindi svincolarsi da eventuali futuri movimenti del fronte franoso una volta ottenute la disponibilità delle aree e tutte le autorizzazioni previste". Nel dettaglio, la società specifica che l'evento franoso di ieri è stato "di significativa rilevanza in una zona classificata come a scarso rischio geologico e non di pertinenza della società concessionaria".

L'evento "ha comportato il rilascio di una quantità di energia di gran lunga superiore a quella che avrebbe potuto essere assorbita dal ponte. Peraltro, lo stesso ha manifestato una elevata robustezza in quanto non ha propagato il danno al di là della zona direttamente impattata dall'evento. Il movimento franoso ha altresì parzialmente interessato l'altra carreggiata dell'autostrada posta circa 50 metri a valle, accumulando del detrito in corrispondenza della fondazione di una pila". La concessionaria Autostrada dei Fiori, si conclude, ha già avviato l'iter progettuale e costruttivo del nuovo ponte oggetto del crollo, attivandosi con sondaggi in situ, lo sviluppo delle attività di ingegneria e l'affidamento delle opere.

25 novembre 15:32 Maltempo, il Po fa paura: nuova piena in arrivo tra giovedì e venerdì

Il maltempo degli ultimi giorni sta creando una serie di disagi soprattutto nei territori bagnati dal Po. Secondo quanto comunicato da Massimo Valente, ingegnere dirigente dell'Aipo (agenzia interregionale per il fiume Po) e responsabile per il Veneto, c'è stata una piena importante ma le opere idrauliche sono dimensionate correttamente, è una piena che va seguita ma gli argini sono strutturati per contenerla. La situazione va monitorata ma è sotto controllo". Inoltre, "ci sono una serie di perturbazioni che hanno interessato il Nord Italia, piene importanti negli affluenti del tratto di monte. Tutte queste piene hanno contribuito al formarsi di una piena del Po che sta attraversando il confine tra il Piemonte e la Lombardia, nelle prossime ore si propagherà verso valle". In Polesine arriverà tra qualche giorno. "In provincia di Rovigo il colmo si dovrebbe raggiungere tra giovedì e venerdì – informa Valente -. Questa è una piena simile a quella del 2014".

25 novembre 15:08 Salvi i due escursionisti bloccati dalla neve a Sauze di Cesana

Si sono concluse le operazioni di recupero dei due escursionisti bloccati a causa della neve presso il Bivacco Rattazzo intorno a quota 2.200 metri nel comune di Sauze di Cesana (Torino). Sono stanchi e infreddoliti, ma illesi. Raggiunti dai soccorritori con sci e pelli di foca, sono stati dotati di racchette da neve e riaccompagnati a valle.

25 novembre 13:56 Crollo viadotto a Savona, accertamenti sullo stato dei piloni: “Ma ci vorrà tempo”

La Procura di Savona, che indaga sul crollo del viadotto della A6 Madonna del Monte, ha annunciato di aver avviato accertamenti anche sullo stato dei piloni del ponte nel tratto tra Altare e Ferrania. "Abbiamo fatto alcuni sopralluoghi ma per chiarire i fatti ci vorrà tempo", ha precisato il procuratore capo Ubaldo Pelosi. A chi gli chiedeva se quanto successo si debba attribuire a problemi strutturali su piloni o collina Pelosi ha risposto che "è impossibile dirlo adesso, sono oggetto delle indagini".

25 novembre 12:40 Riaperta l’autostrada A21 Torino-Piacenza dopo la voragine

È stato parzialmente riaperto oggi il tratto dell'autostrada A21 Torino-Piacenza dove domenica una enorme voragine si è aperta lungo la sede stradale. Il traffico nel tratto tra il casello di Asti Ovest e la Barriera di Villanova però procederà su una sola carreggiata a doppio senso di marcia. La parte riaperta infatti è la carreggia in direzione sud, non direttamente coinvolta dal crollo. Resta chiusa invece la carreggiata in direzione Torino dove bisognerà ripristinare il manto stradale prima del via libera. Per questo nelle prossime ore si prevedono code lungo il tratto interessato dal cambio corsia. I lavori di rifacimento sono già in corso.

25 novembre 12:25 Maltempo, chiuso svincolo sull’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria

Il maltempo continua a creare disagi sulle strade e autostrade italiane. Dopo quanto accaduto ieri al nord, in Calabria oggi chiuso uno svincolo sull'A2 Salerno – Reggio Calabria in provincia di Catanzaro. Come comunica l'Anas, che gestisce il tratto autostradale, "a causa del perdurare del maltempo e per consentire le attività di pulizia della strada da detriti e fango, sull'A2 si è reso necessario chiudere al transito anche l'uscita dello svincolo di Falerna in direzione nord (km 305,300)". Poco prima lo stesso Comune di Falerna, attraverso la propria pagina Facebook, aveva avvisato che la situazione meteorologica è particolarizzante critica perché "Alcuni torrenti sono in piena e altri sono esondati". L'acqua ha invaso il tratto compreso tra la SS18 Tirrena inferiore e lo svincolo della A2 di Falerna rendendolo impercorribile.

25 novembre 12:19 Allarme viadotti: urgente intervenire su quasi 6mila ponti

In Italia ci sono quasi 6mila viadotti a rischio e che avrebbero urgente bisogno di adeguamenti. E' l'allarme lanciato in queste dall‘Unione delle province italiane alla luce di quanto accaduto domenica con un ponte autostradale crollato sulla A6 Torino – Savona e che per puro caso non ha coinvolto mezzi in transito e non ha fatto vittime. "Avevamo fatto un elenco di viadotti su cui intervenire dopo la tragedia del ponte Morandi ma nulla è stato fatto" ha denunciato infatti il presidente dell'Unione province italiane Michele de Pascale, rivelando che "nell'agosto 2019, all'indomani della tragedia del ponte Morandi, ci venne chiesto un monitoraggio urgente sugli oltre 30mila ponti, viadotti e gallerie in gestione. In poche settimane consegnammo al ministero delle Infrastrutture un quadro da cui emergeva la necessità di intervenire su 5.931 strutture". "Ci aspettavamo che questa analisi dettagliata portasse a risorse mirate, invece nulla è stato fatto. Non solo, le Province continuano ad essere sottoposte ad un assurdo blocco di assunzioni, del tutto ingiustificabile, che non ci permette di avere personale tecnico specializzato, ingegneri, progettisti, tecnici, indispensabili per far procedere rapidamente gli investimenti. Un blocco che sembra essere tutto ideologico, non giustificato da motivi tecnici né di spesa, frutto del pregiudizio contro le Province che non fa che riflettersi sui servizi ai cittadini, e perfino sulla loro incolumità e sicurezza" ha concluso de Pascale.

25 novembre 11:22 Sardegna, strade chiuse e scuole evacuate a Sassari per il forte maltempo

Tra le zone più colpite dal maltempo, c'è la Sardegna, in particolare la provincia di Sassari dove piove da ore ininterrottamente. Forti disagi si stanno registrando in questo territorio, dove è stata chiusa per allagamenti anche la 131 all'altezza delle gallerie di Chiguzzu. Inoltre, sono stati evacuati a Caniga due edifici della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, completamente allagati. Alcune zone dell'abitato sono state chiuse al traffico e i vigili del fuoco hanno evacuati uffici e negozi.

25 novembre 11:13 Temporali, il Piemonte è bloccato: “Bollettino da guerra, 550 sfollati e 600 persone isolate”

"Abbiamo almeno 130 strade chiuse, una Regione completamente bloccata, oltre 550 sfollati e altre 600 persone isolate. E purtroppo abbiamo una vittima, che si aggiunge alle due di un mese fa". È quanto commentato dal presidente della regione Piemonte, Alberto Cirio, tra i territori più colpiti dal maltempo nelle ultime ore, soprattutto per quanto riguarda la zona dell'Alessandrino. Un aggiornamento che sembra, usando le sue parole, "un bollettino di guerra di una due giorni incredibile. Chiederemo lo stato di calamità – aggiunge –  e lo stato di emergenza".

25 novembre 11:08 Maltempo Sassari, esonda il Rio Calamasciu e allaga la ferrovia: traffico in tilt

Il maltempo sta mettendo in ginocchio anche la Sardegna, oltre che i territori dell'Italia settentrionale. A Sassari l'esondazione del Rio Calamasciu a causa delle abbondanti piogge delle ultime ore, che ha invaso la ferrovia, ha letteralmente spaccato a metà la regione: la circolazione tra Sassari e Scala di Giocca, nella tratta Porto Torres – Chilivani è stata sospesa dalle 9.55: l'acqua, infatti, ha completamente allagato i binari rendendo impossibile il passaggio dei convogli. I tecnici di Rfi e Trenitalia sono sul posto e sono state attivate le procedure per il servizio sostitutivo con bus del treno regionale 3953 Sassari – Cagliari.

25 novembre 09:37 Maltempo Liguria, le vittime del Ponte Morandi: “Savona come Genova. Il Governo intervenga”

Savona come Genova. Anche le vittime del Ponte Morandi sono intervenute in seguito al crollo del viadotto sulla Torino-Savona verificatosi ieri, domenica 24 novembre, mentre in Liguria imperversava allerta rossa per il maltempo. "Per pura casualità e per immensa fortuna non sono decedute altre persone innocenti, e non ci sono altri famigliari sprofondati nel dolore; i cittadini devono essere protetti. Vogliamo un impegno serio del nostro Governo e del Parlamento affinché il nostro Paese sia messo in sicurezza e ogni viaggio non diventi una roulette russa". Lo chiede a Palazzo Chigi Egle Possetti, presidente del Comitato ricordo vittime del ponte Moranti. "Per noi ieri è stato come tornare indietro di 15 mesi e ci ha lasciati ancora una volta senza fiato", ha aggiunto.

25 novembre 07:37

Sarà un nuova giornata all'insegna del maltempo quella che attende gli italiani per oggi Lunedì 25 novembre. La violenta perturbazione che ha colpito il Paese nel corso del fine settimana infatti si farà sentire anche nelle prossime 24 ore con piogge e temporali che continueranno a imperversare  con il rischio di determinare ulteriori criticità idrogeologiche nelle aree già colpite. Per oggi il dipartimento di protezione civile ha diramato una allerta rossa sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale in Emilia-Romagna. Valutata inoltre allerta arancione in Abruzzo e Calabria, su gran parte di Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Marche, su settori di Lombardia e Puglia. Allerta gialla inoltre in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Campania, Molise, Basilicata, su alcuni settori di Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Sicilia, Sardegna e sui restanti territori di Piemonte, Veneto, Marche e Puglia. Per la giornata di oggi infatti sono attese ancora piogge e venti di burrasca e se la situazione va leggermente migliorando al nord,  nel corso del giorno, ad essere colpito sarò soprattutto il centro-sud.

A causa dei danni già provocati dal maltempo ma anche dei possibili pericoli sono decine i comuni in tutta Italia che per la giornata di oggi hanno deciso di chiudere le scuole. Ad essere coinvolte soprattutto le scuole piemontesi e liguri. A Savona ad esempio chiuse tutte le scuole superiori di tutta la Provincia, decine gli istituti fermi invece tra Alessandria e Cuneo e Asti. In quest'ultima città la decisione è stata  assunta dal sindaco Maurizio Rasero ieri in serata dopo la notizia della voragine che si è aperta sull'autostrada Torino-Piacenza a pochi chilometri dalla barriera di Villanova d'Asti.

Intanto è il momento della conta dei danni per le aree pesantemente colpite dal maltempo nelle scorse ore, in particolare Piemonte e Liguria, dove son crollate due tratti di autostrada e dove si è registrata anche una vittima. Priorità ora per tutti è ristabilire la viabilità stradale, fondamentale per alcune aree che altrimenti sarebbero isolate. Sulla A6 Torino-Savona resta interrotto il tratto tra Savona ed Altare nelle due direzioni per il crollo di una pila del viadotto ‘Madonna del Monte', investita ieri pomeriggio da una frana. La A5 Torino-Aosta invece è interrotta tra Ivrea e Pont St. Martin, con transito dei soli veicoli leggeri su viabilità alternativa mentre i mezzi pesanti provenienti da Francia, Svizzera e Piemonte sono deviati verso il tunnel del Frejus, in Valsusa. Chiusa in entrambi i sensi di marcia infine anche la A21 Torino-Piacenza tra i caselli di Asti Ovest e Villanova d'Asti per una voragine che si è aperta ieri sera poco prima della barriera di Villanova in direzione Torino.