A causa del maltempo che da ore sta imperversando in tutto il nord ovest dell'Italia, è crollata una porzione di un viadotto sull'autostrada A6 Torino – Savona, nel Savonese. Secondo le prime informazioni, ha ceduto completamente una porzione di strada a pochi chilometri da Savona, altezza Madonna del Monte, nella carreggiata in direzione Torino. Il tratto interessato è quello tra Savona e Altare prima della prima galleria. Dopo le prime verifiche da parte dei vigili del fuoco accorsi sul posto, fortunatamente sembra che il crollo del viadotto della Torino-Savona non abbia coinvolto mezzi e dunque non ci siano persone ferite. I vigili del fuoco però continuano le ricerche e le verifiche sul luogo dell'accaduto. Come si vede da alcune foto diffuse sia dai quotidiani locali sia dagli stessi pompieri, infatti, un intero tratto di alcune decine di metri è completamente sprofondato.

Dopo l'allarme sul posto sono accorse diverse squadre dei vigli del fuoco, in parte sopra e in parte sotto la sede autostradale, il personale sanitario del 118, la polizia stradale e il personale tecnico di Autostrada dei Fiori, la concessionaria del tratto. Come prima conseguenza il tratto  autostradale tra i caselli di Savona e Altare resterà chiuso fino a nuovo ordine. Nel tratto prima del cedimento si sono formate lunghe code di autoveicoli. "I Vigili del Fuoco stanno già intervenendo e tra poco anche noi saremo sul posto. Ora siamo in Prefettura a Savona al CCS, Centro Coordinamento Soccorsi e stiamo facendo il punto con il prefetto e le forze dell'ordine. Speriamo che non ci siano mezzi coinvolti. Al momento sembrerebbe così" ha dichiarato il governatore della Liguria, Giovanni Toti, dopo essere stato informato dell'accaduto.

"Purtroppo al momento non posso né smentire né confermare la presenza di persone o auto coinvolte in questa ennesima tragedia che colpisce la nostra regione: alla prima vista non ci sono auto in superficie ma la frana che ha travolto i pilastri è molto profonda e non si può assolutamente escludere che qualche auto non sia stata trascinata dal fango che ha travolto il viadotto" ha precisato però poco dopo lo stesso governatore.

Dai primi rilievi il crollo sarebbe stato causato da una frana della montagna che avrebbe ceduto per le forti piogge. "Pare – ma saranno le indagini ad accertarlo – sia stata una imponente frana staccatasi da alcune centinaia di metri dal monte, che sovrasta il viadotto, a causare il cedimento della porzione di viadotto fra Salvona e Altare della A6" ha dichiarato Toti. L'autostrada Torino – Savona in effetti era stata già pesantemente colpita dal maltempo nelle scorse tanto da imporre la chiusura di alcuni tratti a causa di diversi movimenti franosi legati alle forti piogge.

Alcuni testimoni che hanno assistito al crollo del viadotto hanno pensato a un'altra tragedia come quella del ponte Morandi a Genova. "Abbiamo sentito un botto – hanno detto -, abbiamo visto che il ponte dell'autostrada non c'era più. Ovviamente abbiamo pensato subito a un nuovo ponte Morandi". E alcuni automobilisti, in coda davanti alla voragine che si è aperta sull'autostrada: "Attenzione che qua viene giù tutto". "Ci sono auto coinvolte?", chiede un automobilista. "Sono andato fin là e non ho visto nessuno", risponde un altro in un video che sta circolando sui social.

"Al momento non c'è evidenza di mezzi coinvolti nel crollo", ha detto il prefetto di Savona. La Regione Liguria e l'Asl 2 sono in contatto con Regione Piemonte e Asl Cuneo per garantire le esigenze sanitarie finché la circolazione resterà interrotta in seguito al crollo.