La cattedrale di Notre Dame è conosciuta in tutto il mondo non solo per la sua facciata e le due torri riconosciute in tutto il mondo. Sono tantissime, infatti, le opere d’arte uniche al mondo presenti all’interno della cattedrale parigina in cui è divampato un incendio nel pomeriggio di lunedì 15 aprile. Secondo il portavoce di Notre Dame c’è la possibilità di salvare il tesoro della cattedrale, che si trova perlopiù nella sagrestia. Alcune statue sono state portate via di recente per un restauro conservativo. Ma da salvaguardare c’è un immenso capitale artistico, a partire già dall’esterno. Innanzitutto dai portali: il portale del Giudizio universale, quello della Vergine e quello di Sant’Anna. Al di sopra dei portali troviamo un altro elemento di pregio, la Galleria dei Re. E poi, subito sopra, uno dei simboli di Notre Dame: il rosone. Che si trova in asse con il portale del Giudizio universale ed è il punto focale di tutta la celebre facciata. Ha un diametro di 9,7 metri e si sviluppa in tre cerchi concentrici con in mezzo la Madonna in trono col bambino.

Passando all’interno, la navata maggiore è divisa in cinque campate e nelle cappelle laterali sono molte le opere d’arte a partire da Santa Teresa di Gesù bambino e dalle statue di Santa Giovanna d’Arco, San Dionigi di Parigi e dalla Corona luminosa. All’interno del presbiterio troviamo anche la statua di Nostra signora di Parigi, mentre nel coro ligneo sono rappresentate alcune scene come la fuga in Egitto, l’apparizione di Gesù agli apostoli nel cenacolo o alle pie donne. Nell’abside si trova anche il presbiterio settecentesco al cui centro c’è il neogotico altare della pietà. Sotto l’arcata dell’abside troviamo un gruppo scultoreo della Pietà realizzato da Nicolas Coustou. Ancora, nelle cappelle laterali troviamo il monumento funebre di Francois Nicolas-Madeleine Morlot. All’interno della cappella assiale c’è invece la reliquia della Corona di spine, portata a Parigi nel 1239 da Luigi IX. Nella cappella di destra troviamo invece l’Incontro coniugale di Jean-Baptiste Pigalle.

Altro elemento di pregio della cattedrale è il chiostro. Nella galleria orientale del chiostro si trova invece il museo del tesoro: al suo interno è possibile trovare molti oggetti liturgici, reliquie e paramenti tra cui i completi donati da Carlo X a Napoleone III. Tra le reliquie sono di particolare importanza quelle della Passione di Gesù costituite dalla punta di uno dei chiodi e dalla Croce della principessa palatina, all’interno della quale si trova un frammento della croce di Cristo. C’è anche un altro reliquiario della croce, insieme ai due reliquiari della Corona di spine. Nella sala capitolare sono invece esposti oggetti liturgici in argento precedenti alla rivoluzione francese, insieme alla collezione dei Cammei dei papi, di cui fanno parte 268 cammei raffiguranti tutti i papi da Pietro a Benedetto XVI.