Dissacrante e provocatorio, come nel suo stile, ancora una volta Charlie Hebdo ha commentato da par suo una tragedia come quella che ha coinvolto ieri il popolo francese: l'incendio della cattedrale di Notre Dame, il monumento simbolo di Parigi nonché il più visitato d'Europa. La rivista satirica ha dedicato al rogo la copertina, intitolandola: "Je commence par la charpente", "inizio dall'ossatura". Il giorno dopo l'incendio che ha devastato la cattedrale, il settimanale satirico ha deciso di ironizzare sul disastro dedicando la copertina al presidente francese Emmanuel Macron e al suo programma di riforme, paragonato al rogo.

A formare la vignetta – su fondo rosso – è stato l'illustratore Riss, che ha ritratto il Presidente della Repubblica  francese con le due torri in fumo al posto dei capelli e un sorriso sinistro stampato sul volto. "Je commence par la charpente", dice Macron nell'illustrazione, ossia dalla struttura in legno della cattedrale distrutta dalle fiamme. Un riferimento diretto anche alla questione delle riforme. Ieri, in seguito al gravissimo incendio, Macron ha rinviato il discorso in televisione nel corso del quale avrebbe dovuto illustrare misure e provvedimenti dopo il ‘grande dibattito' che ha animato la Francia a seguito delle proteste inscenate dai gilet gialli.