Roberto Fascilla
in foto: Roberto Fascilla, presidente della 26esima commissione

Anche quest’anno la Direzione Generale di Paolo Boncompagni, la Direzione Artistica di Irina Kashkova e la Presidenza Onoraria di Alberto Testa confermano un ulteriore salto di qualità per la Settimana Internazionale della Danza, un evento ormai di altissimo livello e sempre più ricco di novità, prima tra tutte la media partnership con la Rai, in collaborazione con Rai Teche, che inevitabilmente accresce il prestigio della competizione. Sono ormai anni che a Spoleto giungono migliaia di giovani danzatori provenienti da tutto il mondo e le migliori accademie e scuole professionali nazionali ed estere inviano ogni anno i loro allievi al Concorso di Spoleto dove vengono giudicati da una giuria composta da direttori dei più importanti Enti Lirici o compagnie di danza del mondo. Quest'anno a presiedere la giuria del Concorso troveremo Roberto Fascilla accompagnato dalla fondatrice dell'IBCVK Valentina Koslova, dal direttore artistico del corpo di ballo del Russian State Ballet Viencheslav Gordeev, dal direttore del Tanz Olimp di  Berlino Oleksei Bessmertny, dal direttore della SpellBound Dance Company Mauro Astolfi, dalla coordinatrice del Dance Program al Codarts di Rotterdam Sonya Meyer, dalla direttrice artistica della Zurigo Dance Academy Steffi Scherzer e dalla direttrice del Giornaledelladanza.com e responsabile del Premio della Critica Sara Zuccari, affiancata quest’anno dal direttore di Ballet2000 Alfio Agostini e dal Direttore del Magazine DanzaSi Luana Luciani.

Lo stuolo eterogeneo di partecipanti, come in ogni edizione, concorrerà per una moltitudine di borse di studio offerte dalle più prestigiose accademie europee con un montepremi complessivo di trentamila euro assegnato dagli sponsor che ogni anno investono sui nuovi talenti che sempre più spesso ottengono ruoli di prestigio nei corpi di ballo più importanti. Il Concorso darà ai ragazzi la possibilità di esibirsi nelle sezioni Solisti Classico, Solisti Moderna-Contemporanea, Pas de Deux, Composizione coreografica (suddivisa a sua volta in Classico/Neoclassico, Contemporaneo, Urnan Dance e Danze folk e di carattere). Anche per quest'anno i Soliti di Classico saranno divisi in due gruppi: Gruppo A, per coloro che studiano in scuole a fine non professionistico, e Gruppo B, per coloro che studiano in Accademie, Enti Lirici e Scuole Professionali.

Settimana Internazionale della Danza di Spoleto
in foto: Settimana Internazionale della Danza di Spoleto, ph. Federica Boncompagni

L’evento dà spazio non solo alla Danza del palcoscenico ma anche a quella rappresentata nelle varie espressioni artistiche: mostre di pittura, scultura e fotografia, rassegne cinematografiche, conferenze e spettacoli arricchiscono il programma di anno in anno. Un risultato ottenuto anche grazie a chi ha sempre creduto nella Settimana Internazionale della Danza e continua a sostenerla. Primi fra tutti la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e il Comune di Spoleto. Ruoli decisivi rivestono anche il MIUR – Ministero Istruzione Università e Ricerca e la Fondazione Antonini, nonché altre varie Associazioni presenti sul territorio ed ad importanti partner privati come Olio Monini, Banca Popolare di Spoleto, Castello delle Regina, Badiali Cashemere, Acqua Spoleto, Siberian Swan e Rotary Spoleto che hanno abbracciato la causa coreutica lanciando la cittadina umbra tra le grandi realtà della danza mondiale.