immagine di archivio
in foto: immagine di archivio

Quella che doveva essere una tranquilla passeggia mattutina si è trasformata in tragedia nelle scorse ore per un pensionato toscano morto annegato dopo essere scivolato e caduto in acqua. La tragedia scoperta nella mattinata di oggi, martedì 29 dicembre, a Viareggio, in provincia di Lucca. Il corpo senza vita dell'uomo è stato segnalato da alcuni passanti che transitavano lungo le sponde del canale Burlamacca. L'anziano galleggiava a pochi metri dalla riva del canale ma quando è stato tirato sulla banchina era ormai già morto. Inutili per lui i soccorsi dei sanitari del 118 accorsi tempestivamente sul posto dopo la chiamata di emergenza. Hanno provato a rianimarlo ma hanno dovuto dichiararne il decesso sul posto.

A lanciare l'allarme sono stati due operai edili che stavano passando in quel momento lungo la strada e hanno notato l'uomo. Sono stati loro che lo hanno tirato fuori dall'acqua ma purtroppo no hanno potuto salvarlo.  Sul luogo della tragedia anche i vigili del fuoco e i carabinieri di Viareggio a cui spetterà il compito dei rilievi e di ricostruire l'accaduto. Dai primi accertamenti pare escluso il gesto volontario: si sarebbe trattato di una tragica fatalità.

La vittima, un novantenne di Viareggio, sarebbe uscito di casa di buonora per una passeggiata lungo il canale che costeggia il porto di Viareggio ma, forse complice il maltempo che nelle scorse ore ha imperversato in zona e che ha reso scivolosa la banchina, sarebbe caduto finendo in acqua. Da un primo esame esterno del corpo, l'uomo mostrava una evidente ferita alla testa che sarebbe stata provocata dalla caduta. Il novantenne successivamente sarebbe caduto in acqua, dove sarebbe annegato. Ulteriori accertamenti saranno condotti all’obitorio dell’ospedale Versilia dove è stata trasportata la salma.