Tanta paura ma al momento nessun danno certificato. Il terremoto che alle 21.27 ha scosso per 15 secondi la Sicilia sembra aver fatto più paura che danni veri e propri, sebbene bisognerà attendere le verifiche della Protezione Civile, già attiva su tutto il territorio. La paura maggiore nei pressi di Ragusa, dove si è registrato l'epicentro: a Fanpage.it il sindaco ragusano Giuseppe Cassì ha spiegato che la situazione al momento appare sotto controllo, ma anche che tutte le verifiche del caso sono in corso e che di più si saprà nelle prossime ore.

"Al momento non ho notizie di danni", ha raccontato Cassì contattato telefonicamente da Fanpage.it, "il terremoto è stato tuttavia distintamente avvertito qui come in mezza Sicilia. Stiamo verificando eventuali situazioni di criticità, ma al momento non abbiamo notizie di danni. La Protezione Civile sta intervenendo per le operazioni di rito. Ho sentito alcuni colleghi sindaci dei comuni vicini", ha spiegato Cassì, "stiamo facendo tutte le verifiche del caso. Ma al momento, non abbiamo notizie di danni, sebbene la scossa sia stata molto forte e l'epicentro vicino".

La scossa di terremoto è stata di magnitudo 4.6, secondo i dati ufficiali riportati dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv): inizialmente si era parlato di una scossa tra 4.9 e 5.4 di magnitudo, stima poi corretta subito dopo. La scossa, della durata di 15 secondi circa, è stata localizzata nella zona di Ragusa alle 21.27 di questa sera. Sisma che è stato avvertito in gran parte dell'isola, causando forte spavento ed in alcuni casi anche il precipitarsi di gente in strada. Ma al momento, pare non ci siano danni, né nelle zone dell'epicentro né in quelle più distanti.

(Ha collaborato Luisa Santangelo)