267 CONDIVISIONI
27 Giugno 2019
12:18

Quartu Sant’Elena, scatta foto ai bimbi in spiaggia: beccato, rischia il linciaggio

Denunciato per detenzione di materiale pedopornografico un uomo di sessantacinque anni bloccato nel tardo pomeriggio di ieri dai genitori di alcuni bambini che si trovavano in spiaggia nel litorale di Quartu Sant’Elena. Nella memoria della sua macchina fotografica la polizia ha trovato foto “rubate” a bambini che giocavano in spiaggia.
A cura di Susanna Picone
267 CONDIVISIONI

Un uomo di sessantacinque anni è stato denunciato per detenzione di materiale pedopornografico dopo essere stato sorpreso a scattare foto ad alcuni bambini in spiaggia. Tutto è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 26 giugno, quando il sessantacinquenne è stato sorpreso e bloccato dai genitori di alcuni bambini che si trovavano in spiaggia, nel litorale di Quartu Sant'Elena, in Sardegna. L'uomo, a quanto ricostruito, era stato notato da diverse persone mentre si aggirava nella zona e qualcuno lo ha visto mentre cercava di scattare con una macchina fotografica delle foto ai bambini che giocavano in spiaggia. Un papà, notando la scena, si è avventato su di lui bloccandolo, e l’uomo è stato poi preso d’assalto anche da parte di altri bagnanti prima dell’arrivo della polizia che lo ha portato via.

Nella memoria della sua macchina fotografica le foto dei bambini in spiaggia – Sul posto sono arrivati gli agenti della squadra volante che hanno portato il sessantacinquenne in commissariato. L’uomo è stato sentito a lungo dalla polizia e quindi denunciato per detenzione di materiale pedopornografico. Nella memoria della sua macchina fotografica, infatti, la polizia ha trovato gli “scatti rubati”, ovvero le prove che l’uomo stava fotografando i bambini che giocavano in spiaggia. La polizia ha anche perquisito l’abitazione del sessantacinquenne e sono stati sequestrati computer e supporti informatici presenti in casa: saranno analizzati per verificare l'eventuale presenza di materiale pedopornografico.

267 CONDIVISIONI
Morto in casa durante gioco di autoerotismo, la conferma in un video: corpo trovato dalla moglie
Morto in casa durante gioco di autoerotismo, la conferma in un video: corpo trovato dalla moglie
Vaccino Covid obbligatorio per personale scuola e forze dell'ordine, cosa rischia chi non lo fa
Vaccino Covid obbligatorio per personale scuola e forze dell'ordine, cosa rischia chi non lo fa
Migranti salvati a Isola Capo Rizzuto, il poliziotto: “Erano disperati, ricorderò sempre quella bimba”
Migranti salvati a Isola Capo Rizzuto, il poliziotto: “Erano disperati, ricorderò sempre quella bimba”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni