Italia divisa a metà dal punto di vista climatico il prossimo weekend. Secondo le previsioni meteo di domani, sabato 16 maggio, infatti, mentre al Nord, ed in particolare in Lombardia, continuerà ancora il maltempo, con fenomeni anche di una certa intensità, il Sud sarà travolto da caldo africano con le temperature che in alcune zone, soprattutto sul versante occidentale della Sicilia, sfioreranno i 40 gradi centigradi. Il sole sarà il protagonista indiscusso del fine settimana, con qualche piccola velatura soltanto nel pomeriggio di domani.

Previsioni meteo 16 maggio, allerta in Lombardia

Tra i territori più a rischio maltempo, c'è la Lombardia, dove già nelle scorse ore il fiume Seveso è esondato creando non pochi disagi. La situazione non migliorerà domani: secondo le previsioni meteo di sabato 16 maggio, ci saranno ancora temporali, anche di una certa intensità. Per questo la Protezione civile ha diramato avviso di allerta gialla su tutta la regione, soprattutto nelle zone di Bassa pianura occidentale, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. Verso sera pioggia è attesa anche su Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Liguria, mentre di notte ci saranno miglioramenti. Le temperature saranno in generale lieve rialzo, con le massime tra 23 e 26 gradi.

Previsioni meteo domani, Sud nella morsa del caldo africano

Il Sud, invece, continuerà ad essere baciato dal sole. Domani è previsto un nuovo picco termico che interesserà la Sicilia, la Calabria e parte della Puglia. Tornano a salire, di conseguenza, anche le temperature, soprattutto sulla Campania dove i venti potranno far raggiungere i 34-35°C o superiori anche in prossimità della costa. Massime fino a 36°C anche in Sicilia con punte fino a 38°C nel palermitano e in Calabria nel Cosentino, poco meno sulla Puglia. Al Centro, invece, ci sarà nuvolosità irregolare, in un contesto nel complesso asciutto, con temporali pomeridiani lungo la dorsale appenninica e con temperature stabili (massime tra 24 e 30).