Dramma in un appartamento di Asiago, nella provincia di Vicenza. Una coppia di anziani coniugi e la loro figlia sono stati trovati morti all'interno della loro abitazione. Sul decesso sono in corso le indagini, ma al momento stando a quanto trapelato sarebbe esclusa l’ipotesi di un avvelenamento da monossido di carbonio. Il rinvenimento dei tre corpi senza vita è avvenuto intorno alle ore 15.45 di oggi, lunedì 4 febbraio, da parte dei vigili del fuoco, chiamati dalla Polizia locale su segnalazione dei vicini di casa, preoccupati perché non avevano notizie della famiglia da qualche giorno.

La tragedia nella località Pennar ad Asiago – Sul posto nell'appartamento della famiglia di Asiago, nella località Pennar, sono intervenuti i carabinieri per gli accertamenti, oltre a Suem, polizia locale e il pm Hans Roderich Blattner. A perdere la vita una famiglia residente a Mirano (Venezia), che si sarebbe recata sull'Altopiano per un periodo di vacanza. L'uomo, Lino Marzaro, avrebbe avuto ottantacinque anni, la moglie ottantatré e la figlia, Silvia, quarantatré anni. Quest'ultima, sempre secondo le prime informazioni trapelate, aveva una forma di disabilità.

Ipotesi omicidio-suicidio – I carabinieri stanno indagando in tutte le direzioni: tra le prime ipotesi, la più accreditata sarebbe quella di un duplice omicidio e successivo suicidio. Potrebbe essere stata la figlia a uccidere gli anziani genitori prima di togliersi la vita.