32 CONDIVISIONI
Barbie, il film

Perché Barbie nel mondo reale abbandona gli abitini e si veste da cowgirl in rosa

Barbie è un tripudio di rosa, dalle scenografie ai costumi, studiati nel dettaglio per accompagnare il viaggio della protagonista e la sua evoluzione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Giusy Dente
32 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Barbie, il film

Barbie è il film dell'anno. La pellicola di Greta Gerwig, con Margot Robbie nei panni dell'iconica bambola Mattel e Ryan Gosling in quelli di Ken, ha superato i 15 milioni di euro di incassi in appena otto giorni di programmazione (in Italia). È record anche sul fronte statunitense: il miglior esordio cinematografico americano di tutto il 2023. Il film è caratterizzato da un'estetica total pink: è stata necessaria talmente tanta vernice rosa da esaurirne tutte le scorte! Rosa è anche la nuance dominante degli outfit degli abitanti di Barbieland, la protagonista in primis. È stato fatto un lavoro molto accurato sul fronte dei costumi, studiati in ogni dettaglio, sia sul set che fuori. Durante gli eventi stampa e promozionali, Margot Robbie ha sfoggiato creazioni realizzate appositamente per lei da grandi Maison "copiando" look realmente indossati da famose Barbie nel corso degli anni. Tutto questo, ha contribuito a rendere il rosa il colore del momento.

Il significato dei look di Barbie

Nel film di Greta Gerwig i costumi hanno un ruolo decisivo: Barbie è pur sempre un'appassionata di moda, un'icona di stile al passo con le tendenze! La regista si è affidata alla competenza di Jacqueline Durran, già premio Oscar nel 2020 per i costumi di Piccole Donne (sempre della Gerwig). La costumista ha raccontato a Refinery29 i segreti del guardaroba messo a punto per il film, realizzato completamente da zero (a parte alcuni look vintage di Chanel): "Non solo abbiamo realizzato i vestiti, ma abbiamo fatto anche il tessuto. Abbiamo scelto i colori e realizzato le stampe e poi abbiamo realizzato i vestiti" ha spiegato.

Immagine

Decisivo, è stato consultare gli archivi Mattel. Per esempio Hot Skatin Barbie del 1994 ha ispirato il look in colori fluo coi pattini a rotelle. Per il resto, la protagonista indossa tanti abitini bon ton, domina il rosa e altre nuance pastello:  "Ho creato un gruppo abbastanza controllato di combinazioni di colori a cui dovevamo attenerci mentre progettavamo le stampe e i vestiti, quindi c'erano molte variazioni ma non c'erano contrasti" ha detto Jacqueline Durran.

Perché c'è un look da cowgirl

I vestiti riflettono anche il viaggio interiore che compie la protagonista. Quando Barbie tocca il fondo, è nel suo momento di massimo sconforto, indossa un babydoll a quadretti pastello uguale a quello che indossava in precedenza. "Abbiamo realizzato due versioni del look: una con un colore più luminoso e una con un colore sbiadito. Volevamo avere la sensazione che lei stesse iniziando a cambiare a quel punto" ha sottolineato la costumista.

Immagine

Un primo cambiamento radicale c'è con l'ingresso nel mondo reale, tra gli umani. Qui Barbie abbandona i vestitini bon-ton, le borsette, i tacchi a spillo, i gioielli appariscenti e indossa un look da cow girl con capello, stivaletti e foulard al collo (mantenendo il colore rosa!). In quel caso, la costumista ha provato a immedesimarsi in lei: "L'abito da cowboy rosa, ci è voluto un po' per concepirlo. Ho dovuto pensare a cosa avrebbe scelto di indossare Barbie quando sarebbe arrivata nel mondo reale. Cosa sceglierebbe Barbie per entrare in America? Il western era perfetto" ha spiegato.

32 CONDIVISIONI
54 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views