Missione compiuta per Jannik Sinner. Il giovane talento del tennis italiano ha battuto in 2 set Adrian Mannarino (6-3, 7-5) conquistando la prima finale della carriera in un torneo Atp, in quel di Sofia. Un risultato che conferma ulteriormente il valore del classe 2001 di San Candido. Quest'ultimo dopo aver superato uno dei grandi favoriti, ovvero De Minaur, ha concesso il bis anche con l'esperto mancino francese e ora sfiderà Pospisil nell'ultimo atto del torneo bulgaro in programma domenica.

Sinner batte Mannarino nella semifinale del torneo Atp di Sofia

Incontro di grande solidità quella di Sinner che nel primo set, ha messo subito in discesa il discorso piazzando il break decisivo nel sesto gioco. L'altoatesino dopo aver chiuso il primo parziale 6-3, ha dovuto fare i conti con il ritorno di Mannarino, pericoloso a più riprese. Sinner nella seconda partita ha dovuto fronteggiare numerose palle-break, ma alla fine è riuscito comunque a non perdere mai il servizio. Sul 5-5 ecco che il portacolori azzurro è salito in cattedra, piazzando 8 punti di fila che gli hanno permesso prima di strappare il servizio al francese e poi di chiudere 7-5.

Prima finale in un torneo Atp in carriera per Jannik Sinner

Prosegue dunque il percorso di crescita di Sinner, che in questo torneo dopo essersi sbarazzato di Fucsovic, Huesler, De Minaur (numero 25 del mondo e terza testa di serie) ha archiviato anche la pratica Mannarino. Non un test semplice per il tennista italiano che ha dovuto affrontare un mancino di grande esperienza protagonista di un ottimo tennis a 32 anni. Ora l'allievo di Riccardo Piatti ha tutte le carte in regola per andare fino in fondo e vincere quello che sarebbe il primo trofeo nel circuito maggiore della sua giovane carriera. Ora il numero 44 del mondo, che sicuramente farà un ulteriore balzo in avanti in classifica, partirà con i favori del pronostico contro Pospisil (numero 74), che in semifinale ha battuto in tre set il francese Richard Gasquet che era partito bene ma ha ceduto alla distanza.