Generalmente le scuderie di Formula 1 per tempo pianificano le stagioni, la Ferrari, pure con eccessivo anticipo ha liquidato Vettel e ha annunciato Sainz per il 2021. La Mercedes, che veleggia verso altri due titoli Mondiali (uno Piloti e l'altro Costruttori), ancora non ha trovato l'accordo per il rinnovo con Lewis Hamilton. E più il tempo passa e più si pensa che forse l'inglese potrebbe lasciare la Formula 1 al termine di questa stagione. Sono solo sensazioni, magari verrà messo nero su bianco quando i titoli saranno ufficialmente vinti, ma la mancata firma di Vettel con la Racing Point alimenta dubbi e speculazioni. Perché in caso di addio di Hamilton alla Mercedes l'erede potrebbe essere il quattro volte campione del mondo.

Lewis Hamilton ha il contratto in scadenza e non ha rinnovato

In un'intervista Hamilton aveva detto che avrebbe offerto una tequila a Toto Wolff il giorno in cui avrebbe parlato del rinnovo, Wolff ha risposto dicendo che avrebbero parlato del prolungamento in Italia davanti a una bella pizza. A Monza non si è mosso nulla, e anzi il weekend è stato negativo perché per un errore dai box Lewis ha mancato il successo. Ovviamente Hamilton è la prima scelta della Mercedes, che vuole proseguire con lui, ma una frase di Wolff ha messo un po' di pepe: "La Mercedes vincerebbe anche senza Hamilton". Un indizio? Nel 2021 ci sarà qualcuno al posto dell'inglese? E se sarà così il prescelto sarebbe sicuramente Vettel, all'orizzonte non ci sono altri big.

Sebastian Vettel scartato dalla Racing Point aspetta la Mercedes

Il team principal della Racing Point ha escluso in modo totale che Vettel possa far parte della scuderia (che dal 2021 si chiamerà Aston Martin). E Seb, che è parso comunque molto tranquillo nonostante i risultati ottenuti con la Ferrari, ora è a un bivio: o anno sabbatico, con possibile ritorno nel 2022, o sedile della Mercedes, quello più ambito che potrebbe permettergli di fare un enorme salto di qualità e potrebbe così anche riscattarsi in modo totale dopo un annata orribile. Forse anche per questo Seb aspetta, sa che meglio della Mercedes non c'è nulla. E ora la palla passa da Lewis Hamilton che deve decidere se continuare oppure no in Formula 1.