430 CONDIVISIONI
13 Novembre 2021
23:20

Animi caldi in Brasile dopo la rimonta di Hamilton nella Sprint Race: “Fot****vi tutti”

La grande rimonta di Lewis Hamilton nella Qualifica Sprint del GP del Brasile non ha placato la rabbia in casa Mercedes per le decisioni dei commissari F1 dopo le qualifiche del venerdì. Il team principal si è sfogato in un team radio mentre l’ingegnere di pista del britannico è stato sarcastico nei confronti della sanzione comminata a Max Verstappen, molto più leggera rispetto a quella della suo pilota.
A cura di Michele Mazzeo
430 CONDIVISIONI

La grande rimonta di Lewis Hamilton nella Qualifica Sprint Race del GP del Brasile non sembra aver rasserenato gli animi nel paddock della Formula 1. A Interlagos il britannico, partito ultimo a causa di una squalifica comminatagli per aver disputato le qualifiche del venerdì con un'ala posteriore irregolare sulla sua W12, ha chiuso in quinta posizione la mini-gara del sabato compiendo una vera e propria impresa che in qualche modo tiene ancora vive le chance di scavalcare in classifica Max Verstappen (che nel frattempo ha portato il suo vantaggio a quota 21 punti) e conquistare il titolo Mondiale. Nonostante ciò però in casa Mercedes la rabbia per quanto avvenuto nelle ultime ore non sembra affatto passata come dimostra lo sfogo nel team radio a fine gara del team principal Toto Wolff.

Il numero uno della scuderia tedesca, che ha deciso di non fare ricorso per la decisione dei commissari di squalificare il suo pilota dalle qualifiche, infatti non ha usato mezzi termini nella comunicazione radio con il 36enne di Stevenage una volta tagliato il traguardo ad Interlagos: "Ottimo lavoro, hai limitato i danni alla grande. Fottetevi tutti" ha detto infatti l'austriaco dimostrando di non avere ancora digerito la decisione dei commissari F1 e il comportamento della Red Bull e di Verstappen che si è beccato una pesante multa di 50mila euro per aver toccato la vettura di Hamilton nel parco chiuso dopo le qualifiche del venerdì allo scopo di far sì che la Direzione Gara attenzionasse la parte posteriore della vettura numero #44.

Più diplomatica la risposta di Lewis Hamilton ha cercato piuttosto di rassicurare il suo team principal: "Ricevuto Toto. Non è ancora finita" ha detto infatti il sette volte campione del mondo che anche nella gara di domenica deve scontare un'altra penalità di cinque posizioni (partirà infatti 10°) per aver montato il quinto motore endotermico (ICE) stagionale sulla propria monoposto per questo quartultimo round del Mondiale di Formula 1 2021.

Il team principal Toto Wolff non è stato però l'unico che alla conclusione della Sprint Race è tornato sulle decisioni prese dai Commissari F1 in questo fine settimana. In radio anche l'ingegnere di pista di Hamilton, Peter Bonnington, infatti ha fatto un chiaro riferimento sarcastico all'irregolarità nel parco chiuso commessa da Max Verstappen e sanzionata solo con una multa: "OK Lewis, adesso assicurati solo di non toccare altre vetture o di controllarle in alcun modo" ha detto difatti ‘Bono', mentre il suo pilota faceva rientro ai box.

430 CONDIVISIONI
Che fine ha fatto Hamilton dopo il Mondiale perso: "Lewis scia e gioca a Call of Duty"
Che fine ha fatto Hamilton dopo il Mondiale perso: "Lewis scia e gioca a Call of Duty"
La verità sul controverso silenzio di Hamilton dopo Abu Dhabi: "È difficile andare avanti"
La verità sul controverso silenzio di Hamilton dopo Abu Dhabi: "È difficile andare avanti"
“Hamilton si ritira”: Ecclestone dopo il colloquio con papà Anthony, ha notato qualcosa
“Hamilton si ritira”: Ecclestone dopo il colloquio con papà Anthony, ha notato qualcosa
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Aston Martin Red Bull Racing
Aston Martin Red Bull Racing
396
2
L. Hamilton Mercedes
Mercedes
388
3
V. Bottas Mercedes
Mercedes
226
4
S. Pérez
190
5
C. Sainz McLaren
McLaren
165
Pos.
Team
Punti
1
Mercedes
613
2
Aston martin red bull racing
585
3
Ferrari
323
4
McLaren
275
5
Alpine
155
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni