5 Novembre 2021
15:16

Xavi al Barcellona diventa una telenovela, non c’è l’accordo: “Barça furioso per l’annuncio”

La nota, arrivata direttamente dall’Al Sadd, sul trasferimento di Xavi dietro al pagamento integrale della clausola ha più che infastidito il Barcellona. Il club catalano avrebbe smentito l’accordo e ribadito il secco rifiuto a pagare i cinque milioni di euro per avere l’ex centrocampista immediatamente a disposizione. La soluzione potrebbe arrivare dallo stesso Xavi, intanto tutto rimane in stand-by.
A cura di Alessio Pediglieri

Xavi al Barcellona? Probabilmente si concluderà la trattativa, desiderata da tutte le parti in causa ma il club catalano a poche ore da quello che è sembrato a tutti gli effetti essere un annuncio ufficiale, sembra essersi indispettito da una "fuga di notizie" secondo cui il Barça avrebbe pagato l'intera clausola rescissoria all'Al Sadd. Fonti vicine al club di Laporta, invece, raccontano una realtà al momento differente, con gli azulgrana indispettiti e non intenzionati a pagare nessuna cifra ai qatarioti.

Da Barcellona non è arrivata alcuna conferma e questo la dice lunga sulla gestione della trattativa attorno a Xavi che dovrebbe ricoprire il ruolo di nuovo allenatore dei catalani dopo l'esonero, con relativo contenzioso, di Ronald Koeman e il veloce interregno di Sergi Barjuan sulla panchina azulgrana. Ma mentre dal Qatar si dà per assodata la partenza dell'ex centrocampista di Barça e Spagna, in Catalogna non è arrivata alcuna ufficializzazione a quanto sostenuto e cioè che sarebbe stata versata l'intera cifra della clausola per liberare subito Xavi, pari a cinque milioni di euro.

Ma perché il Barcellona si è indispettito? "L'amministrazione è d'accordo sul trasferimento di Xavi al Barcellona dopo aver pagato la clausola penale stipulata nel contratto" si è letto nella nota del club qatariota dove l'allenatore è nel club arabo da sei stagioni. Una dichiarazione arrivata nella tarda mattinata e che non dà spazio a dubbi sulla conclusione data per certa a tal punto che lo stesso Al Sadd augura a Xavi "tutto il successo nella prossima fase della sua carriera". Parole alle quali non sono corrisposte sponde altrettanto ufficiali in casa catalana, dove la dirigenza si è indispettita, per una gestione approssimativa di una trattativa delicata.

Il club di Laporta è "furioso", come riporta il Mundo Deportivo, con l'agenzia di stampa del Qatar, che viene interpretata come una vera e propria misura di pressione sull'ambasciata del Barcellona a Doha formata da Rafa Yuste e Mateu Alemany. Vero è che Xavi avrebbe già salutato giocatori e dirigenza ma ci sono da rispettare tempi, modalità e scelte concordate. Tutto questo sarebbe stato bypassato dall'annuncio qatariota.

Una situazione fastidiosa, perché il momento economico è più che particolare e la liquidità del Barcellona è ai minimi storici. Se poi, il club dovesse anche affrontare l'intera buonuscita da elargire a Koeman (12 milioni di euro) tutto si complicherebbe ancor più. A tal punto che fonti vicino al Barça avrebbero anche seccamente smentito di aver raggiunto l'accordo con i qatarioti. Aggiungendo che non hanno alcuna intenzione di pagare la clausola rescissoria di 5 milioni di euro, stipulata nel contratto tra Xavi e l'Al Sadd a scadenza giugno 2023.

La soluzione? Ci potrebbe essere e potrebbe trovarla lo stesso Xavi Hernandez. Se il Barcellona infatti ha fatto la scelta di non versare nelle casse dell'Al Sadd alcunché, lo stesso allenatore potrebbe decidere di risolvere la diatriba versando direttamente i cinque milioni di tasca propria. Un finale che al momento resta semplicemente l'ennesima voce di una telenovela i cui titoli di coda potrebbero comunque arrivare entro questo week end.

Lionel Messi a cena con Xavi e gli ex compagni a Barcellona: i tifosi sognano il ritorno della Pulce
Lionel Messi a cena con Xavi e gli ex compagni a Barcellona: i tifosi sognano il ritorno della Pulce
Xavi ha perso la pazienza con Dembélé, arriva l'ultimatum: "Sono stato chiaro, ma non ha capito"
Xavi ha perso la pazienza con Dembélé, arriva l'ultimatum: "Sono stato chiaro, ma non ha capito"
L'ultimo paradosso del Barcellona: costretti a rinnovare un contratto che volevano rompere
L'ultimo paradosso del Barcellona: costretti a rinnovare un contratto che volevano rompere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni