Europa League, atto secondo per le italiane. Mercoledì sera l'Inter ha battuto il Getafe e s'è qualificata alla Final Eight, oggi tocca alla Roma di Paulo Fonseca superare lo sbarramento degli ottavi di finale: alle ore 18.55 c'è il match contro il Siviglia, si gioca alla alla Schauinsland Reisen Arena di Duisburg. Tra le motivazioni che danno una carica particolare alla sfida ce n'è una in particolare: il passaggio di proprietà avvenuto nella notte. S'è chiusa l'era James Pallotta, si è aperta quella di Dan Friedkin: un altro americano al timone del club capitolino, uno dei più ricchi degli States. Toccherà a lui rispolverare il blasone dei giallorossi e portarli laddove finora non c'è riuscito l'ex patron. Tutto fatto: 591 milioni di euro è la cifra che – al netto del closing in programma entro la fine dell'estate – il neo proprietario verserà per raccogliere il testimone dal compatriota

Quale sarà la Roma che verrà lo si scoprirà con maggiore chiarezza nelle prossime settimane, quando la dirigenza prenderà ufficialmente forma al di là del chiacchiericcio sui possibili ritorni (dal ds Petrachi fino alla suggestione Totti). Quale Roma andrà in campo questa sera, invece, è cosa abbastanza chiara: i giallorossi si affideranno alla certezza di avere in attacco un calciatore molto forte ed esperto come Dzeko che avrà alle spalle il talento di Zaniolo e l'estro di Mkhitaryan.

Basterà per battere gli spagnoli? Servirà gettare (anche) il cuore oltre l'ostacolo anche perché di fronte c'è un avversario particolare: gli andalusi hanno vinto l'Europa League per 3 volte consecutive negli ultimi sette anni (2013-2014, 2014-2015, 2015-2016). Fazio e Perotti – oggi in giallorosso – ne sanno qualcosa e sono tra i più in forma del momento: il primo è divenuto fondamentale dopo l'addio di Smalling, il secondo è reduce dalla doppietta rifilata alla Juve nell'ultima di campionato.

Le probabili formazioni di Siviglia-Roma

Come arriva la Roma alla partita contro il Siviglia? Il trend in campionato è positivo e incoraggiante: imbattuta da 8 giornate, la squadra di Fonseca ha vinto ben 7 incontri pareggiandone solo uno (contro l'Inter). Una frequenza che le ha permesso di blindare la quinta posizione. Ecco le probabili formazioni che Lopetegui e Fonseca sono orientati a schierare. Lorenzo Pellegrini, dopo aver recuperato dalla frattura al setto nasale, dovrebbe partire dalla panchina pronto a subentrare. Tra i titolari spazio a Cristante.

  • Siviglia (4-3-3): Vaclik; Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos, Reguilon; Banega, Fernando, Jordan; Ocampos, L. De Jong, Munir. Allenatore: Lopetegui. A disposizione: Bono, Javi Diaz, Escudero, Sergi Gomez, F. Vazquez, O. Torres, Suso, En-Nesyri, Pablo Perez, Juanlu, Genaro, Mena.
  • Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kolarov; Bruno Peres, Cristante, Diawara, Spinazzola; Zaniolo, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Fonseca. A disposizione: Mirante, Fuzato, Fazio, Santon, Calafiori, Villar, Lo.Pellegrini, Perotti, Ünder, Perez, Kluivert, Kalinic.
  • Arbitro: Kuipers (Olanda).