L'urna di Nyon regala spesso incroci suggestivi per le nostre squadre impegnate in Europa. Evitato fortunatamente il derby con l'Inter, la Roma è stata infatti sorteggiata con il Siviglia dell'ex direttore sportivo Monchi. Tornato a casa dopo la deludente esperienza in Italia, e con in valigia le critiche del popolo romanista, il 51enne dirigente spagnolo vivrà dunque un ‘deja vu' in occasione dell'ottavo di Europa League contro la sua ex squadra.

Rientrato a Siviglia nel marzo del 2019 dopo l’esonero di Di Francesco, Monchi non ha mai perso occasione per ricordare negativamente il suo lavoro nella Capitale. "Da Roma mi hanno cacciato", disse nell'ottobre scorso. "Troppe critiche, avevo la faccia stravolta", aggiunse qualche settimana più tardi. Mai veramente entrato in sintonia con i tifosi, Monchi sarà quindi chiamato a ‘tapparsi le orecchie' in occasione della gara di ritorno in programma il prossimo 19 marzo allo stadio Olimpico.

Suso e gli altri ‘italiani'

Oltre all'incrocio con l'allora ds, la Roma ritroverà sulla sua strada anche un'altra vecchia conoscenza del calcio italiano. Nella formazione di Lopetegui, figura infatti anche Jesus Suso: giocatore che il club giallorosso ha cercato di acquistare dal Milan nello scorso gennaio durante il mercato invernale. L'ex attaccante del Milan, attualmente in prestito al Siviglia, è infatti anche lui rientrato in patria per cercare di ritrovarsi dopo gli ultimi mesi passati in rossonero.

Tra i giocatori in rosa ci sono infine anche altri ex protagonisti del nostro campionato. A cominciare dall'ex Inter Ever Banega, fino ad arrivare a Lucas Ocampos (ex Genoa e Milan) e a Franco Vazquez: giocatore che dalle parti di Palermo non è stato mai dimenticato.