Dopo la sconfitta di Bologna l'Atalanta ha chiuso al meglio il 2019 davanti ai suoi tifosi battendo per 5 a 0 il Milan e portandosi al quinto posto in classifica, a -4 dalla Roma quarta. I bergamaschi hanno impartito una lezione di calcio al Diavolo, che dopo i quattro risultati utili consecutivi hanno rimediato una batosta senza appello nell'ultima gara dell'anno. Secondo quanto riporta Opta, il Milan ha perso una partita con 5 gol di scarto per la quarta volta nella sua storia in Serie A: ultimo precedente nel maggio 1998 contro la Roma.

Sono andati in goal per gli orobici i tre componenti del tridente leggero, ovvero Gomez, Pasalic e Ilicic; ma è stata tutta la manovra offensiva della Dea ha funzionato alla perfezione e, per questo motivo, ha trovato la via del goal anche subentrato Muriel nel finale. C'è poco da dire per i rossoneri, che non sono mai entrati in partita e non sono mai stati in grado di reagire alle continue iniziative dell'Atalanta: a fine match le statistiche recitano "zero tiri nello specchio della porta". Emblematico.

Papu Gomez inventa, l'Atalanta va veloce

È partita con il piede sull'acceleratore l'Atalanta e subito sono fioccate occasioni per i bergamaschi. Al 10′ è arrivato il meritato vantaggio della Dea con Alejandro El Papu Gómez: il numero 10  ha realizzato un goal bellissimo infilando la palla sotto la traversa dopo un tunnel a Conti sulla zona sinistra dell'area del Milan. Per l'argentino quinto goal in questo campionato, il 60° in Serie A. La squadra di Gasperini è andata vicina al raddoppio in diverse occasioni ma la traversa scheggiata da Pasalic, gran destro dal limite il suo, è sicuramente la più clamorosa. L'azione più pericolosa del Milan della prima frazione è un tiro di Ricardo Rodriguez da 40 metri e nulla più.

Pasalic, Ilicic e Muriel: Milan all'inferno. Finisce 5-0

Intorno all'ora di gioco la Dea ha spedito il Milan all'inferno con un uno-due micidiale: al 61′ è Mario Pasalic a infilare Donnarumma con un tocco sul  tiro-cross di Gosens autore di una grande azione sulla sinistra; e pochi secondi dopo è arrivata anche la firma di Josip Ilicic, che con un tiro di destro da pochi passi ha fatto esplodere per la terza volta il Gewiss Stadium.

A completare il poker per l'Atalanta ci ha pensato, nuovamente, Ilicic: 72′ il calciatore sloveno ha trovato un tiro magnifico che si è infilato sotto l'incrocio alla destra di Donnarumma. Il trequartista della Dea pochi minuti dopo ha lasciato il campo a Luis Muriel, che ci ha messo 4′ per trovare il goal: l'attaccante colombiano ha trovato il decimo goal in 15 presenze in campionato dopo un'incomprensione Musacchio-Donnarumma e ha suggellato il dominio totale della Dea.

Il tabellino di Atalanta-Milan

RETI: 10′ pt Gomez, 61′ Pasalic, 63′ e 72′ Ilicic, 83′ Muriel.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, De Roon, Pasalic, Gosens (44′ st Hateboer); Gomez (43′ st Freuler), Malinovskyi; Ilicic (35′ st Muriel). A disposizione: Rossi, Sportiello, Masiello, Ibañez, Barrow. Allenatore: Gasperini.

MILAN (4-3-3): G.Donnarumma; A.Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (1′ st Calabria); Kessie, Bennacer, Bonaventura (19′ st Piatek); Suso (39′ st Castillejo), Leao, Calhanoglu. A disposizione Reina, A. Donnarumma, Borini, Rebic, Biglia, Caldara, Krunic, Gabbia, Brescianini. Allenatore: Pioli.

ARBITRO: La Penna di Roma.