Il Giudice Sportivo ha ufficialmente deciso di non omologare il risultato di Roma-Spezia, sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia conclusasi con il successo dei liguri per 4-2. Una situazione che porta inevitabilmente allo 0-3 a tavolino a favore della compagine di Italiano, con i giallorossi puniti per il clamoroso errore delle 6 sostituzioni a fronte di un massimo di 5. Si tratta della seconda sconfitta stagionale d'ufficio per la Roma, dopo quella incassata contro il Verona.

Roma-Spezia 0-3 a tavolino, il verdetto del Giudice sportivo

È arrivata la sentenza su Roma-Spezia, partita contraddistinta dall'ormai noto caso delle sei sostituzioni effettuate dai giallorossi. Il Giudice sportivo ha deciso di mettere a referto lo 0-3 a tavolino. Una situazione che non cambia la sostanza di quanto accaduto in campo, con i liguri di Italiano che avevano conquistato la qualificazione ai quarti imponendosi con il risultato di 4-2. La clamorosa svista ha sollevato un vero e proprio polverone in casa giallorossa, complicando ulteriormente un momento già difficile a causa del doppio flop nel derby e appunto in Coppa.

Nel verdetto del Giudice Sportivo si legge: "Il Comunicato Ufficiale 88/A Figc pubblicato il 9 settembre 2020 consente l’effettuazione di un massimo di cinque sostituzioni per ciascuna squadra nelle gare delle competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A programmate fino al termine della stagione 2020/2021 e che tale limite non soffre eccezioni nell’eventualità di disputa di tempi supplementari durante i quali è consentita esclusivamente una quarta interruzione, rispetto alle tre stabilite per i tempi regolamentari, per consentire sostituzioni (solo nel caso in cui al termine dei tempi regolamentari siano stati sostituiti meno di cinque calciatori)".

Cosa succede a Pau Lopez e Mancini espulsi in Roma-Spezia

Nella nota del Giudice sportivo è specificato che ovviamente i provvedimenti disciplinari del match tra Roma e Spezia, restano comunque validi. Confermato dunque il turno di squalifica per Pau Lopez e Gianluca Mancini espulsi nel primo tempo supplementare. Un doppio rosso che ha portato poi all'errore clamoroso della panchina della Roma che ha effettuato il sesto cambio, nonostante un limite di 5 imposto dal regolamento. Una situazione di cui si era accorto in campo Lorenzo Pellegrini che però non è riuscito a cambiare il corso degli eventi. La svista ha portato a provvedimenti interni drastici, con l'allontanamento del team manager Gianluca Gombar e del dirigente Zubiria.

Un addio che ha ulteriormente alimentato il malumore nello spogliatoio giallorosso, dove sarebbe andato in scena un confronto molto duro tra i senatori, Dzeko in primis e Fonseca. C'è grande amarezza in casa Roma, per la seconda sconfitta stagionale a tavolino, dopo quella relativa alla trasferta di Verona. In quel caso fatale un errore nella lista dei giocatori, in merito al centrocampista Diawara. Uno doppio scivolone inammissibile per un club di Serie A.