129 CONDIVISIONI
16 Gennaio 2023
20:08

Richarlison perde il senso della misura: “Uscire col Brasile è stato peggio che perdere un familiare”

L’attaccante è tornato a parlare dell’enorme delusione per l’eliminazione del Brasile nei quarti dei Mondiali del Qatar e per far capire il suo enorme disappunto ha utilizzato una metafora veramente fortissima.
A cura di Alessio Morra
129 CONDIVISIONI

Il Brasile è probabilmente il paese che vive di più per il calcio. La passione per i brasiliani è enorme. La voglia di vincere è sempre forte. Ogni quattro anni i verde-oro si presentano ai Mondiali con l'obiettivo di trionfare. In Qatar c'era la voglia di mettere la sesta stella sulla maglia, in parecchi avevano già ipotizzato delle soluzioni per disporre la sesta sulla maglia del Brasile. Ma ai quarti la Seleçao si è fermata. La delusione è stata enorme e c'è chi ancora non è riuscito a sbollirla, come Richarlison che in un'intervista ha usato delle parole assurde per far capire quanto è stato amaro l'esito di Qatar 2022.

L'attaccante del Tottenham è finito in un polverone domenica scorsa. Il finale di partita con l'Arsenal è stato furente. Richarlison, di ritorno in campo dopo oltre un mese, ha litigato pure con l'amico e compagno di nazionale Gabriel Martinelli e soprattutto ha risposto alle provocazioni del portiere Aaron Ramsdale, che poco dopo è stato preso a calci da un tifoso degli Spurs. Di quelle brutte reazioni l'attaccante si è scusato in un'intervista: "Voglio scusarmi con Martinelli. Lui ha allungato la mano e io no. Piaccia o no, è il mio compagno di squadra del Brasile. Questo fa parte, è un derby, avevamo la testa calda. Con Gabriel, ho litigato un po' perché stava bloccando il gioco".

Ma soprattutto ha porto le sue scuse a Ramsdale: "Non mi piaceva che il loro portiere festeggiasse lì, è stato come mancare di rispetto ai nostri fan. Così sono andato a chiamarlo. Avevano i loro fan lì, quindi dovrebbe festeggiare con loro e non essere carino con i nostri".

Poi è stata la volta di parlare dei Mondiali. Il Brasile era partito forte, ma ai quarti è finito ko con la Croazia. 0-0 nei tempi regolamentari, poi un gran gol di Neymar prima dell'inaspettato pareggio di Petkovic. La partita si decide ai rigori. Croati perfetti, brasiliani no. Fuori ai quarti, per la quarta volta nelle ultime cinque edizioni.

Richarlison era uscito per infortunio e non avrebbe comunque avuto la chance di tornare in campo, il problema muscolare lo ha obbligato a uno stop di un mese. La delusione per lui è stata enorme, e non è stata mitigata dal premio vinto per il gol più bello di Qatar 2022.

Parlando dell'eliminazione del Brasile l'attaccante del Tottenham ha voluto far capire qual è stato il suo stato d'animo e ha usato una metafora, per così dire, fortissima, onestamente pure troppo: "È stato un vero shock, è stato peggio di perdere un familiare".

Poi ha aggiunto: "È stato difficile riprendersi. Ancora oggi guardo i video sui social e mi rattristo. Ma dobbiamo andare avanti. Sono ancora giovane e penso di poter partecipare almeno ad un altro Mondiale o due. Siamo andati lì per alzare la coppa, ma non ci siamo riusciti. Sono contento di aver segnato quel gol contro la Serbia ma non era l'obiettivo che volevo. Adesso comunque bisogna voltare pagina e andare avanti". 

129 CONDIVISIONI
Furiosa rissa in Liverpool-Porto di Youth League: dopo i rigori scatta la follia, tre espulsi
Furiosa rissa in Liverpool-Porto di Youth League: dopo i rigori scatta la follia, tre espulsi
Chelsea ancora sconfitto, Potter attacca i giocatori:
Chelsea ancora sconfitto, Potter attacca i giocatori: "È un disastro, abbiamo solo sbuffato"
L'iconica foto dell'Arsenal con il Clock End: il messaggio cifrato nel solco della tradizione
L'iconica foto dell'Arsenal con il Clock End: il messaggio cifrato nel solco della tradizione
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni