Zlatan Ibrahimovic è stato uno dei protagonisti di questa 30a giornata di Serie A. L'attaccante del Milan è stato espulso nel corso della sfida del ‘Tardini' tra i rossoneri e il Parma. L'arbitro Maresca ha estratto il cartellino rosso diretto nei suoi confronti per via di alcune espressioni a lui rivolte in campo. Il Milan, e lo stesso attaccante svedese, hanno invece confermato come il direttore di gara avesse invece frainteso totalmente la frase: "Mi sembra strano" e non "Sei un bastardo" come interpretato dallo stesso Maresca. Il tutto è nato dopo un contrasto di Ibrahimovic con il difensore Bani che avrebbe irritato il bomber rossonero che avrebbe voluto sentire il fischio dell'arbitro per segnalare un calcio di punizione.

Maresca si sarebbe sentito punzecchiato di continuo da Ibra, già nel corso del primo tempo, e così ha deciso ad un certo punto di infliggergli un'espulsione diretta. L'arbitro avrebbe potuto sicuramente ammonire prima lo svedese, ma ha optato per un rosso diretto che adesso rischia di avere ripercussioni pesanti per il campionato del Milan in queste ultime giornate decisive per la corsa Champions. Pioli potrebbe vedersi costretto a rinunciare al suo top player per due giornate: espressioni irriguardose nei confronti dell'arbitro. Il verdetto del Giudice Sportivo è atteso domani ma il club rossonero, se dovessero essere confermati i due turni di squalifica, starebbe già pensando a presentare un ricorso per lo sconto, almeno, di una giornata.

Il Milan prepara il ricorso dopo il rosso di Maresca ad Ibrahimovic

Maresca avrebbe quindi interpretato male le parole di Ibrahimovic. Con questa difesa il Milan potrebbe presentare ricorso e cercare di avere uno sconto sulla squalifica dello svedese. Difficile che l'espulsione di Parma non comporti per Ibra quantomeno un turno di stop, ma l'ipotesi due giornate, dato il rosso diretto, in questo momento è molto probabile.

Sarà importante capire cosa avrà scritto Maresca sul proprio referto. Prima della frase che ha portato l'arbitro a tirar fuori il cartellino rosso nei confronti dell'ex United, Ibra avrebbe anche detto: "Vai a casa, vai a casa, se non ti interessa, se non ti frega che cosa fai qua?". Un episodio che farà discutere ma che potrebbe comunque costare caro a Ibra e al Milan.