La Roma dopo due settimane a dir poco complicate ritrova il sorriso. La squadra di Fonseca si è presa la rivincita sullo Spezia nell’anticipo valido per la 19a giornata di Serie A: 4-3 per i capitolini, in virtù della doppietta di Borja Mayoral, sostituto di Dzeko,  di Karsdorp e del gol in extremis di Pellegrini. Non è bastata ai liguri la buona prestazione e i gol di Piccoli, Farias e dell'ex Verde per uscire dall’Olimpico con un risultato positivo.

In virtù di questo successo la squadra di Fonseca, che spegne le voci relative ad un possibile esonero, sale a quota 37 punti, per il momentaneo terzo posto in solitaria con 3 lunghezze di vantaggio sul Napoli e a meno 3 dall’Inter. La squadra di Italiano resta a quota 18, con 4 punti sulla zona retrocessione e interrompe la striscia di 2 vittorie e un pareggio in campionato.

La cronaca di Roma-Spezia

A distanza di pochi giorni dal confronto di Coppa Italia, chiusosi con il successo a tavolino dei liguri (per il caos sostituzioni) dopo il 4-2 ottenuto in campo, Roma e Spezia si ritrovano da avversarie all'Olimpico. Fonseca senza lo squalificato Mancini, Mkhitaryan, Pedro e soprattutto Dzeko, con il quale ci sarebbe stato un duro confronto nella giornata di ieri, punta su Mayoral con Pellegrini e Perez alle spalle. Proprio loro confezionano l'azione del vantaggio al 17′ con il centrocampista italiano che serve sotto porta Mayoral per l'1-0. Una rete che sembra mettere sui binari giusti la gara, solo però per 7′. Farias semina il panico in area capitolina e impegna Pau Lopez, che di fatto "passa" il pallone al giovane Piccoli. Il giovane bomber firma l'1-1 prima di lasciare il campo per un infortunio muscolare.

L'avvio di ripresa è letteralmente scoppiettante con la Roma che nel giro di 3′ si porta sul doppio vantaggio. Prima è ancora Mayoral a bucare Provedel dopo una bella iniziativa da posizione centrale e poi è Karsordp a raccogliere nel migliore dei modi il cross dell'altro esterno e dirimpettaio Spinazzola. Partita chiusa? No, visto che dopo pochi minuti lo Spezia torna in partita con Farias che dopo aver disorientato con una finta Ibanez e Kumbulla trova l'angolino.

La partita resta gradevole, con i padroni di casa che sciupano diverse palle gol, la più eclatante con Perez che trova solo l'esterno della rete. Errori che i giallorossi pagano a caro prezzo: è ancora l'ex Verde a castigare i giallorossi approfittando di un errore di Smalling nel finale per il 3-3. Il match letteralmente infinito però regala ancora emozioni nel recupero quando capitan Pellegrini sfrutta al bacio un assist di Bruno Peres per il definitivo 4-3 e scatena l'esultanza liberatoria anche di mister Fonseca che salva la sua panchina.