Andrea Petagna si vuole prendere il Napoli. È l'obiettivo dell'attaccante azzurro, emerso dopo il doppio assist e il gol messa a segno al ‘San Paolo' contro il Pescara in amichevole, in cui tutti si aspettavano l'ennesimo show di Osimhen dopo i gol di Castel di Sangro. Petagna sa benissimo che per convincere Gattuso dovrà fare la differenza, correre non basterà, ma bisognerà guadagnarsi la fiducia del tecnico azzurro attraverso il sacrificio, la voglia di lottare e di sapersi mettere a disposizione della squadra.

Tutte doti che l'ex Spal ha nelle sue corde tant'è che anche uno come Gasperini c'ha puntato molto nella sua Atalanta quando tutti lo davano come una riserva qualunque. Con Milik e Llorente che sembrano fuori dal progetto tecnico di Gattuso, Petagna potrebbe essere quel giocatore in più che con la voglia e la caparbietà con cui gioca, può seriamente essere un'arma in più per il tecnico azzurro. Il coronavirus gli aveva negato la gioia di partecipare al ritiro di Castel di Sangro ma a quanto pare la la prestazione contro il Pescara, con tanto di doppio assist e gol, è stato il miglior biglietto da visita per presentarsi a Napoli.

Petagna: prima il coronavirus, poi la gioia del gol al ‘San Paolo'

L'avventura al Napoli di Andrea Petagna era cominciata subito in salita. La positività al Covid-19 gli aveva infatti negato di potersi allenare con la squadra nel ritiro di Castel di Sangro. Una volta terminato il periodo di quarantena però, il giocatore ha dimostrato di essersi comunque tenuto in forma presentandosi al ‘San Paolo' in grande condizione, sfoderano due assist e un gol. Una prestazione importante in cui ha lottato con i difensori, ha dimostrato una buona intesa con i compagni di squadra senza prevaricare nessuno, mettendosi subito al servizio della squadra.

Gattuso al termine della gara l'ha praticamente incoronato come vice-Osimhen facendo fuori in un colpo solo sia Milik che Llorente. Specie il polacco, in rotta con la società e che in caso di mancata cessione, nonostante la sua importanza, può essere superato nelle gerarchie del tecnico calabrese proprio dallo stesso Petagna. In una stagione così lunga dunque, il giocatore può ampiamente giocarsi le sue carte. Ma il mercato è ancora aperto e nulla è mai scontato. Petagna è oggetto del desiderio di diversi club di Serie A che lottano per le zone centrali della classifica, ma a meno di clamorosi ribaltoni, il Napoli non dovrebbe proprio pensare di privarsene.