500 gol e non sentirli: Zlatan Ibrahimovic ha raggiunto (e superato) il traguardo contro il Crotone per la vittoria del Milan che è valso il sorpasso all‘Inter in vetta alla classifica rispondendo in un sol colpo e con 4 gol, ai nerazzurri e alla Juventus, terza forza in classifica. Per Stefano Pioli l'ennesima conferma che questo Milan ha bisogno di Ibrahimovic così come lo svedese ha bisogno di questo club: "E' giusto che rinnovi e continui a giocare con noi" ha sottolineato a fine gara davanti ai microfoni.

4-0 e doppietta del duo d'attacco Ibra-Rebic: una prova di autorità del Milan contro un Crotone che si è fatto piccolo piccolo davanti alla prima difficoltà ma che ha provato fino al 2-0 a restare in ogni modo legato al match. "Non è stato un match facilissimo" ammette Pioli "ma siamo riusciti a risolvere il rompicapo e ottenere un successo importante. Per lo scudetto siamo ancora primi, ma ci sono almeno sette squadre che oggi lottano ancora per il titolo".

Un affollamento in vetta, grazie al ridimensionamento della Juventus, oggi terza in classifica e con un turno da recuperare, che potrebbe riaccendere la sfida e inserirsi nel ‘derby' tricolore tra Inter e Milan. "Non è il momento di guardare la classifica, è ancora presto e ci sono ancora tante giornate da giocare. Noi dobbiamo pensare solamente a noi stessi e continuare con questa mentalità per restare in alto insieme agli altri".

Poi, ancora su Ibrahimovic, fresco del suo 500° gol in carriera: "E' un professionista in tutto e per tutto, si allena, cura il proprio fisico in modo perfetto e non sgarra mai. Un esempio. E' giusto che rinnovi e che  continui a giocare e che resti a farlo qui con noi. Noi siamo un grande club e lui è un grande campione con grandissime motivazioni che sa trasmettere all'ambiente e al gruppo".