100 CONDIVISIONI
14 Giugno 2022
23:57

La situazione dell’Italia è disperata, Mancini schietto: “Pensavo di perdere 4-0 già a Bologna”

L’Italia è stata nettamente sconfitta dalla Germania, Mancini candidamente ammette che già nella gara di andata (finita 1-1) si aspetta un passivo così pesante.
A cura di Alessio Morra
100 CONDIVISIONI

Da oltre sessant'anni l'Italia non subiva più di quattro gol in una singola partita. A Monchengladbach l'Italia ha perso 5-2 con la Germania, che a un certo punto era avanti 5-0 (!). Una debacle totale per gli Azzurri, che almeno nel finale sono riusciti a rendere meno amara la prima sconfitta con i tedeschi in una gara ufficiale. Ora l'Italia è a metà del guado. Il primo passo falso del nuovo ciclo è stato pesante, ma nulla è compromesso. Perché la Nazionale ha ancora la chance di guadagnarsi il posto per la Final Four, ma al tempo stesso l'Italia rischia pure la retrocessione.

Dopo la partita il c.t. si è presentato in conferenza stampa, ha difeso la squadra dicendo che il nuovo percorso, nonostante il ko con i tedeschi, sta andando per la strada giusta e ha anche un po' estremizzando dichiarando: "Si, ho detto siamo a buon punto. Per me è così. Perché pensavo di perdere questa con la Germania già a Bologna già 2-0, 3-0, 4-0" (all'andata è finita 1-1 ndr.).

Mancini difende le sue scelte e la sua squadra, che deve in questa fase di transizione capire anche saper assorbire le sconfitte, anche quelle più pesanti: "Se abbiamo cinque punti nel gruppo penso che le cose sono state fatte abbastanza bene. La strada è lunga e sarà piena di queste situazioni così e noi dobbiamo cercare di accettare situazioni come questa. E se da questi errori cresciamo, possiamo diventare una squadra forte. Non pensavamo di vincerle tutte. La Germania ora è nettamente più forte di me".

Ha ribadito il concetto, lo ha fatto in modo chiaro, Mancini che ha detto di essere più soddisfatto dopo il pesante ko di Monchengladbach che dopo i pari d'andata con la Germania e lo 0-0 con gli inglesi, ma soprattutto ha dichiarato di essere fiducioso per il futuro, perché presto si creerà un mix di ‘vecchi' e giovani e l'Italia tornerà forte e potrà fare la partita dovunque: "Sono più contento adesso che dopo la partita d'andata con la Germania e quella con l'Inghilterra, ci sono state cose importanti a livello di sistema di gioco, dove si sono capite cose che sono importanti. Abbiamo capito che ci sono nuovi sistemi, e ci sono giocatori che inseriti con gli altri che mancavano e formeranno una squadra forte, e tutti insieme saremo una squadra che viene qui e detta il gioco".

100 CONDIVISIONI
Mancini non molla l'osso dei Mondiali per l'Italia e insiste:
Mancini non molla l'osso dei Mondiali per l'Italia e insiste: "Pronti al ripescaggio"
Come un anno fa ma senza rigori, Inghilterra-Italia è pari: interessanti sprazzi azzurri
Come un anno fa ma senza rigori, Inghilterra-Italia è pari: interessanti sprazzi azzurri
Chi è Gatti, speranza Juve al debutto con l'Italia:
Chi è Gatti, speranza Juve al debutto con l'Italia: "È Chiellini con i piedi di Bonucci"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni