Costa cara a Ibrahim Karamoko, Vittorio Agostinelli e Alberto Aquilani la rissa scatenata al minuto 61′ del match del Campionato Primavera Torino-Fiorentina andato in scena lo scorso sabato per la quale i due calciatori sono stati espulsi dal direttore di gara. Maxi squalifica di oltre due mesi infatti per il centrocampista del Torino Primavera Karamoko. Il giudice sportivo ha difatti squalificato il calciatore granata fino al 30 aprile 2021 per aver colpito un avversario con uno schiaffo e un calcio con l'aggravante di aver anche sputato il giocatore della Viola Agostinelli.

Mano pesante del giudice sportivo anche per quest'ultimo, sanzionato con cinque giornate di stop per aver inferto a sua volta uno schiaffo e un pugno al francese del Torino dando inizio alla rissa che ha visto poi coinvolte anche le due panchine. Per tale motivo il giudice sportivo Alessandro Zampone ha comminato una squalifica per due partite anche all'allenatore della Fiorentina Primavera Alberto Aquilani reo di aver esagerato nel contestare l'operato dell'arbitro durante il match strattonandolo con veemenza. Per l'ex calciatore di Roma, Milan, Juventus e Liverpool arrivata anche una multa di 500 euro.

Nonostante le scuse già effettuate da tutti i protagonisti dell'increscioso episodio dunque il giudice sportivo ha deciso di sanzionare pesantemente i principali artefici della rissa scatenatasi al minuto 61 del match del Campionato Primavera tra Torino e Fiorentina. Non è ancora chiaro se i due club faranno ricorso per le lunghe sanzioni comminate nei confronti dei propri calciatori, ma ciò che è certo è che entrambe le società hanno deciso di multare i propri tesserati per il comportamento avuto durante le fasi concitate della gara di sabato scorso.