La Juventus ritrova il sorriso e i 3 punti. La squadra di Pirlo ha battuto lo Spezia 3-0 nell’anticipo del martedì del turno infrasettimanale valido per la 25a giornata di Serie A. Dopo la frenata di Verona, i bianconeri sono tornati al successo grazie ai gol nella ripresa del ritrovato Morata, di Federico Chiesa e del solito Ronaldo. Protagonista anche Sczcesny che nel recupero ha parato un rigore a Galabinov. Juventus ancora "convalescente" e alle prese con le ormai solite assenze, a cui si è aggiunta quella di de Ligt, ma protagonista di una prova attenta e compatta, contro gli uomini di Italiano. Una vittoria che permette alla Vecchia Signora di salire in solitaria a quota 49 momentaneamente a meno 3 dalla seconda della classe Milan, e meno 7 dall'Inter.

Il primo tempo di Juventus-Spezia ha confermato le difficoltà dei padroni di casa, che nel pre-partita hanno perso per infortunio de Ligt sostituito in extremis da Frabotta (che in apertura ha rischiato con un'entrataccia su Vignali, punita con il giallo che gli costerà la squalifica con la Lazio). Tanti errori e poche occasioni degne di nota, di fronte alla matricola di Italiano, ottimamente messa in campo. Dopo un brivido regalato da Marchizza che da ottima posizione ha calciato fuori, l'unica vera palla gol per i campioni d'Italia è arrivata dal solito Cristiano Ronaldo. Il portoghese, dal nulla, si è creato lo spazio per un tiro a giro velenoso, finito sul palo interno.

I ritmi sono rimasti uguali nella ripresa, anche se la Juventus ha avuto due buone possibilità per sbloccare il match. Prima grazie ad un retropassaggio rischioso di Vignali non sfruttato da McKennie, e poi da Ronaldo "distratto" da un tocco di Provedel. La svolta è arrivata però al 60′ quando Pirlo ha gettato nella mischia Bernardeschi e Morata al posto proprio dell'americano e di Frabotta. E i due hanno confezionato subito l'azione del vantaggio: cross dalla sinistra dell'esterno e deviazione vincente sul primo palo del Canterano. La rete inizialmente annullata, è stata invece convalidata dal Var.

Urlo liberatorio dei bianconeri che hanno subito approfittato del momento, trovando anche il raddoppio. Protagonista Federico Chiesa che con una conclusione potente ha battuto nuovamente Provedel per il 2-0 che ha tagliato le gambe agli ospiti. Questi ultimi hanno di fatto staccato un po' la spina andando ad incassare nel finale anche il 3-0 dal solito Cristiano Ronaldo autore del 20° gol in campionato. In pieno recupero chance per ridurre il passivo per lo Spezia grazie ad un rigore concesso con il Var a Galabinov. Un tentativo però disinnescato da Szczesny che ha partecipato così sul successo della Juventus.